Collaboratori dei gruppi consiliari fumata nera colpo di mano non riesce

 
Chiama o scrivi in redazione


Seduta lampo e fumata nera in Prima Commissione, il colpo di mano non riesce.

Collaboratori dei gruppi consiliari fumata nera colpo di mano non riesce

Maggioranza pressoché assente e opposizione battagliera questa mattina in I commissione, convocata in fretta e furia con un unico punto all’ordine del giorno, la proposta di delibera su: Modifica degli articoli 12 e 16 del Regolamento del Consiglio Comunale e abrogazione dell’art. 17, che tradotto significa andare ad abrogare quella parte di Regolamento che istituisce e disciplina la figura dei collaboratori dei gruppi consiliari, figura che verrebbe così cancellata.

Il Gruppo del Partito Democratico, dopo aver chiesto nei giorni scorsi formalmente il rinvio della commissione, negato dal presidente Fronduti, torna alla carica questa mattina all’apertura dei lavori, con una mozione d’ordine del capogruppo Sarah Bistocchi.

Dopo aver fatto presente l’irritualità della convocazione, priva del carattere di urgenza, fissata per un giorno in cui era già stata convocata regolarmente un’altra commissione, il che significa peraltro trattare una pratica di tale entità, che ha a che fare con il buon funzionamento dell’ente, in quarantacinque minuti d’orologio, svilendo sia la questione che il ruolo della commissione e del Consiglio Comunale stesso, il capogruppo del PD chiede il rinvio della commissione.

A dimostrazione dell’assenza dei presupposti formali e, forse, politici, il rinvio passa quasi all’unanimità, con il voto favorevole del PD (Bori, Vezzosi e Miccioni), di Camicia e di De Vincenzi, e con l’unico voto contrario del Presidente della commissione Fronduti.

Una battuta d’arresto significativa e un monito a rispettare il ruolo e le prerogative dei singoli consiglieri e del Consiglio Comunale, massima espressione della rappresentatività della città. (Partito democratico)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*