↘Foto↙ Parco della Verbanella tra siringhe e preservativi usati Perugia lo rivuole!!

La situazione è davvero pericolosa e lo scenario è deprimente


Scrivi in redazione

Parco della Verbanella tra siringhe e preservativi usati eppure
© Alek Bormioli

↘Foto↙ Parco della Verbanella tra siringhe e preservativi usati Perugia lo rivuole!!

da Alek Bormioli
Fin dai tempi passati la nostra città è tradizionalmente immersa nel verde che costituisce tuttora una delle attrattive principali in un colloquio con le pietre antiche. Tutto bene sulla carta ma alla prova dei fatti la situazione presenta parecchi lati oscuri. Prendiamo ad esempio, che vale anche per altri luoghi, il Parco Della Verbanella.

Uno spazio e un area ben organizzati, per il cittadino, per le famiglie, per gli anziani che vorrebbero viverlo in tranquillità.

È uno dei parchi potenzialmente più belli, per la sua composizione e accessibilità. Questo rimane però solo sulla carta. Perché ? È frequentato stabilmente da spacciatori di origini per lo più tunisine e nigeriane.

Di conseguenza è affollato dai consumatori di droga che usufruiscono dei vari anfratti del parco per consumare le dosi. La situazione è davvero pericolosa e lo scenario è deprimente: un tappeto di siringhe aperte, di lacci emostatici, di escrementi umani, di bottiglie di vetro e naturalmente di involucri delle siringhe.

L’elenco continua visto che è facile trovare anche profilattici, oggetti rubati come: portafogli, borse, documenti, cellulari. Insomma, direi qualsiasi tipo di refurtiva.

Visto l’estremo degrado del parco da più parti si invoca una costante manutenzione ordinaria e straordinaria, adesso carente.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*