Il centro regionale per l’autismo sarà realizzato nella struttura di Madonna Alta

 
Chiama o scrivi in redazione


Il centro regionale per l'autismo sarà realizzato nella struttura di Madonna Alta

Il centro regionale per l’autismo sarà realizzato nella struttura di Madonna Alta

Dopo una battaglia durata anni a suon di atti, interrogazioni e ordini del giorno da parte dei consiglieri PD Tommaso Bori e Sarah Bistocchi l’Amministrazione comunale ha deciso, finalmente, di vendere alla USL Umbria 1 la struttura lasciata all’incuria in via Pian della Genna. «Un immobile di proprietà comunale – dicono i consiglieri comunali Bori e Bistocchi -, adibito a centro diurno per l’Alzheimer, consultorio e centro socio-sanitario che versa, purtroppo in condizioni fatiscenti».

Il finanziamento della Regione Umbria e l’impegno di cui si è fatto carico l’USL Umbria 1 permetteranno quindi di restituire al quartiere di Madonna Alta e alla cittadinanza uno spazio urbano con area verde. «Oggi  – aggiungono – difficilmente accessibile e luogo di bivacco, nonché di permettere la realizzazione del centro di riferimento regionale per i bambini affetti da autismo».

Una buona notizia nel periodo della Giornata Mondiale per la consapevolezza dell’Autismo. «Finalmente – hanno spiegato – una sede adeguata, facilmente raggiungibile e immersa nel verde, dove gli operatori della salute insieme ai bambini e alle loro famiglie potranno lavorare al meglio delle proprie possibilità, anche inserendo nuovi servizi».

L’impegno profuso dai consiglieri per mettere in sinergia le diverse esigenze e potenzialità di azione dei soggetti coinvolti è stato considerevole e testimonia l’attenzione che si ha sia per tutte le zone della nostra città, sia per ogni situazione che colpisce i più fragili e che afferisce i diritti fondamentali della persona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*