Consiglieri morosi, il Comune di Perugia ha mandato le carte in Procura

Consiglieri morosi, il Comune di Perugia ha mandato le carte in Procura

Consiglieri morosi, il Comune di Perugia ha mandato le carte in Procura Per la vicenda dei consiglieri morosi il Comune ha mandato le carte in Procura. Il tutto per verificare se ci sono violazioni rispetto alle dichiarazioni di incandidabilità, incompatibilità e ineleggibilità che sono state firmate a inizio legislatura. C’è da capire quali sono i nomi finiti nell’esposto visto che nelle ultime carte c’erano cinque consiglieri e un assessore che facevano parte della lista di chi aveva scritto di non aver debiti con il Comune e poi si è ritrovato cartelle esattoriali da pagare. La conferma che l’esposto è partito da palazzo dei Priori è stata data ieri mattina dal presidente del consiglio Leonardo Varasano.

 

 

1 Commento

  1. Come mai questi controlli non vengono effettuati a priori ma è sufficiente una dichiarazione sostitutiva Quando sappiano che l’80% delle dichiarazioni sostitutive che vengono rilasciate dai cittadini per avere aiuti economici o esenzioni , tipo ticket sanitari ed altri, sono false come dichiarato dalla Guardia di Finanza in data odierna. Stiamo dicendo sempre le stesse cose ma se non mandiamo in galera le persone che dichiarano il falso a scapito della casse dello stato e non le interdiamo per sempre dai pubblici uffici così che non abbiamo più rapporti con la pubblica amministrazione non cambierà mai nulla facciamo solo chiacchiere giornalistiche che sono di moda oggi in tutte le televisioni.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*