Striscione fascista esposto a Foligno, inneggiava ai Fasci italiani di combattimento

Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, ha definito “grave” l’esposizione di uno striscione inneggiante al fascismo

Striscione fascista esposto a Foligno, inneggiava ai Fasci italiani di combattimento

Striscione fascista esposto a Foligno, inneggiava ai Fasci italiani di combattimento

FOLIGNO – Uno striscione fascista è stato posizionato (forse durante la notte) su una ringhiera in prossimità del Passaggio Europa, all’interno del parcheggio pubblico il Plateatico a Foligno. Nello striscione si legge 23 marzo 1919: La più audace, la più originale, la più mediterranea ed europea delle idee. Il 23 marzo 1919 è la data di fondazione dei Fasci italiani di combattimento, il movimento politico fondato a Milano da Benito Mussolini.

La scoperta è avvenuta venerdì mattina. Sul posto è intervenuta la polizia che ha rimosso e sequestrato lo scritto. Caccia aperta agli autori del grave gesto.

Il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, ha definito “grave” l’esposizione di uno striscione inneggiante al fascismo – si esalta il 23 marzo 1919, data del discorso sulla fondazione dei fasci di combattimento – collocato nei pressi del parcheggio nella zona del Plateatico. Lo striscione è stato rimosso dalla polizia. “E’ un fatto grave – ha detto Mismetti – che non ha niente a che fare con la storia della città. Non so se chi l’ha compiuto si sia reso conto di quello che ha fatto, né che rischi pesanti ripercussioni dal punto di vista penale dato che è un reato l’apologia del fascismo. Non è una bravata, è un atto molto grave”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*