Inchiesta sanità, De Ficchy, i cittadini abbiano più coraggio di denunciare

 
Chiama o scrivi in redazione


Inchiesta sanità, per la Cassazione è regolare l'arresto di Bocci

Inchiesta sanità, De Ficchy, i cittadini abbiano più coraggio di denunciare

«L’indagine sui presunti concorsi “pilotati” all’ospedale di Perugia “andrà avanti fino in fondo». A dirlo in una intervista al Messaggero Umbria, il procuratore capo di Perugia, Luigi De Ficchy, da oggi in pensione.

«L’inchiesta – dice – andrà avanti fino in fondo, con colleghi in gamba e con chi mi sostituirà che sarà adeguatamente informato. Andrà avanti con efficacia come attività di indagine, poi bisognerà passare la palla al tribunale».

«L’inchiesta – per De Ficchi – ha dimostrato come gli uffici giudiziari umbri sappiano rispondere a problematiche abbastanza gravi che ci sono nel mondo del pubblico. Fondamentale – sottolinea – è il sostegno dell’opinione pubblica. I cittadini abbiano più coraggio e denuncino con nome e cognome i fatti illeciti di cui sono vittime, che segnalino senza paura le illegalità che vivono».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*