Meteo, settembre shock, si teme un mese tremendo, ecco dove

Meteo, settembre shock, si teme un mese tremendo, ecco dove

Siamo entrati ufficialmente nell’autunno meteorologico (per quello astronomico bisognerà attendere l’equinozio, il 22 settembre alle 07:50) e come se la natura avesse un “orologio biologico”, tutto sta per cambiare. Abbiamo analizzato gli ultimissimi dati a nostra disposizione e vi confermiamo che il mese di settembre assumerà sembianze decisamente autunnali riservandoci sorprese poco gradite.

Una cosa su tutte è imminente: sarà una “PARTENZA SHOCK”. Ci apprestiamo a vivere un serio peggioramento del tempo che si concretizzerà nella prima settimana di settembre, tra il 2 e il 6,caratterizzato da correnti instabili atlantiche che alimenteranno basse pressioni stazionarie tra Tirreno e Ionio. Prepariamoci a vivere giorni di maltempo con temporali, vento, locali trombe d’aria ed eccezionalmente grandinate laddove i fenomeni risulteranno intensi. Successivamente, attorno alla metà del mese, le elaborazioni indicano concretamente la possibilità di piogge superiori alla media di circa il 25%, che si tradurrebbe nei fatti in frequenti perturbazioni atlantiche che come di consueto in questa fase della stagione potrebbero scaricare ingenti apporti pluviometrici prediligendo in particolar modo le regioni tirreniche e quelle meridionali.

Se dovesse andare come prospettato, il mese potrebbe essere contraddistinto da possibili eventi piovosi anche molto importanti su Toscana e Lazio dove non si escluderebbero pure nubifragi o alluvioni lampo. Abbiamo fatto un calcolo approssimativo ed è emerso che vivremo circa 20 giorni di pioggia su 30. Sebbene piova più del previsto, le temperature registreranno valori leggermente sopra la media, probabilmente ciò sarà dovuto alle libecciate e ai venti sciroccali richiamati dalle basse pressioni in arrivo sul Mediterraneo.

Come si concluderà il mese? Con un altro colpo di scena. Potrebbe arrivare il primo ciclone freddo di origine russa, che causerà altre piogge ma anche un brusco calo delle temperature e venti di Bora fino a 100km/h come già accaduto tante altre volte in questo momento dell’anno. Prepariamoci al peggio. L’estate è al collasso.

(Fonte: Ilmeteo.it)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*