Arriva il freddo invernale freddo pioggia e temporali al Sud, e da noi?

Arriva il freddo invernale freddo pioggia e temporali

Arriva il freddo invernale freddo pioggia e temporali al Sud

Un ciclone atlantico sta per raggiungere le regioni meridionali portando un’ altra ondata di maltempo, da Mercoledi’ clima invernale. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che nella giornata di Lunedi’ 26 Novembre il tempo andra’ peggioramento via via piu’ diffusamente a partire dal pomeriggio.

Nubi, piogge e temporali dalla Sardegna

Nubi, piogge e temporali dalla Sardegna si porteranno verso Calabria, Campania e Puglia dove si potrebbero verificare dei nubifragi, trombe d’ aria e marine. Attenzione particolare alla Campania, come a Napoli, Salerno, ma anche Avellino e poi Foggia e pure Cosenza. Venti forti di Maestrale, Libeccio e Ponente ingrosseranno il canale di Sicilia e il mar Tirreno.

Il tempo comincera’ a cambiare nella giornata di Martedi’

Il tempo comincera’ a cambiare nella giornata di Martedi’ con l’ ingresso di venti di Bora e lo spostamento del ciclone verso il basso Adriatico; il maltempo continuera’ ad imperversare al Sud e anche sulla regioni adriatiche centrale con la neve che scendera’ fin sopra i 1000-1300 metri, mentre in Sardegna soffiera’ un furioso Maestrale e sul Tirreno una forte Tramontana. Il sito www.iLMeteo.it avverte che con l’ avvento dei venti di Bora e poi Tramontana le temperature cominceranno a diminuire sensibilmente, tant’ e’ che il risveglio di Mercoledi’ sara’ piuttosto freddo in pianura, Giovedi’ addirittura sotto lo zero. Valori massimi in caduta libera con misure non piu’ alte di 6 C al Nord, fino a 10-12 C al Centro-Sud.


PER L’UMBRIA

LUNEDI’ 26 NOVEMBRE 2018:
PRECIPITAZIONI: sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Valnerina, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati; da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori della regione, con quantitativi cumulati deboli;
TEMPERATURE: in lieve diminuzione;
VENTI: deboli meridionali con raffiche sui crinali appenninici.


PROTEZIONE CIVILE DELL’UMBRIA

Maltempo in Umbria, allerta meteo della Protezione Civile
“possibili allagamenti localizzati ad opera del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane ed eventuale innesco di locali smottamenti superficiali dei versanti”.


Per la giornata di domani, Lunedì 26 novembre 2018:
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO / ALLERTA GIALLA:
Basilicata: Basi-D, Basi-A2, Basi-C
Lazio: Aniene, Bacino del Liri, Bacini Costieri Sud, Roma, Bacini Costieri Nord
Sicilia: Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO TEMPORALI / ALLERTA GIALLA:
Basilicata: Basi-D, Basi-E2, Basi-A2, Basi-A1, Basi-B, Basi-C, Basi-E1
Calabria: Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro
Sicilia: Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie
ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO / ALLERTA GIALLA:
Abruzzo: Bacini Tordino Vomano, Marsica, Bacino Basso del Sangro, Bacino dell’Aterno, Bacino del Pescara, Bacino Alto del Sangro
Basilicata: Basi-D, Basi-E2, Basi-A2, Basi-A1, Basi-B, Basi-C, Basi-E1
Calabria: Versante Jonico Settentrionale, Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Settentrionale, Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
Campania: Tusciano e Alto Sele, Piana Sele e Alto Cilento, Tanagro, Basso Cilento, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana, Alta Irpinia e Sannio, Alto Volturno e Matese
Lazio: Aniene, Bacino del Liri, Bacini Costieri Sud, Appennino di Rieti, Roma, Bacino Medio Tevere, Bacini Costieri Nord
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro
Sicilia: Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie
Umbria: Medio Tevere, Chiani – Paglia, Alto Tevere, Nera – Corno, Trasimeno – Nestore, Chiascio – Topino
Veneto: Piave pedemontano, Alto Piave

Per le Regioni Sardegna e Piemonte e per la Provincia Autonoma di Bolzano il bollettino riguarda solo la valutazione del rischio idrogeologico e idraulico, non essendo ancora il rischio temporali oggetto di valutazione secondo le Indicazioni Operative del Capo Dipartimento della Protezione Civile del 10 febbraio 2016.
Regione Liguria: in merito alla situazione emergenziale in atto a Genova, l’ARPAL, Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure, emette quotidianamente per il torrente Polcevera un ‘Bollettino speciale meteo-idrologico Emergenza Ponte Morandi.
Regione Campania: Si rappresenta che la criticità dichiarata per la giornata di domani, lunedì 26 novembre 2018, è da considerarsi valida fino alle ore 06:00. Dalle ore 06:00 e fino alle ore 12:00 di domani, lunedì 26 novembre 2018, permarranno in criticità gialla (ordinaria) solo le zone di allerta 3, 5, 6, 7, 8. Dalle ore 12:00 di domani, lunedì 26 novembre 2018, la criticità è da intendersi verde (nulla) su tutte le zone di allerta;
Regione Veneto: Le frane del Tessina in comune di Chies d’Alpago (BL) e della Busa del Cristo a Perarolo di Cadore (BL), riattivatesi dopo le abbondanti precipitazioni occorse nei giorni scorsi, sono soggette a specifico monitoraggio. Si precisa che nel comune di Perarolo di Cadore (BL) si mantiene localmente l’allerta rossa. 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*