Caos concorso ordinario scuola secondaria, interviene il Codacons

In tal senso Codacons e Associazione per i diritti civili

Caos concorso scuola secondaria, Codacons chiama a raccolta i docenti bocciati

Caos concorso ordinario scuola secondaria, interviene il Codacons

Sul caos del concorso ordinario della scuola secondaria interviene il Codacons, che sta preparando anche in Umbria le carte per un ricorso collettivo al Tar del Lazio assieme all’Associazione per i diritti civili nella scuola.

QUIZ ASSURDI, DOMANDE SBAGLIATE E MAREA DI BOCCIATI.
ASSOCIAZIONE PREPARA RICORSO AL TAR E RACCOGLIE DA OGGI LE ADESIONI DEI PARTECIPANTI

Come noto la prova si è rivelata un flop totale e ha fatto registrare in regione un numero incredibile di bocciature, a causa di quiz assurdi, domande sbagliate e irregolarità di vario tipo denunciate dai candidati – spiega il Codacons – Una situazione di caos che deve ora portare tutti coloro che hanno sostenuto la prova scritta senza superare l’esame ad essere ammessi all’orale.

In tal senso Codacons e Associazione per i diritti civili nella scuola stanno raccogliendo da oggi le adesioni ad un ricorso collettivo al Tar del Lazio finalizzato a tutelare i diritti di quanti hanno sostenuto l’esame risultando bocciati a causa degli errori contenuti nelle domande a risposta multipla o per i quesiti assurdi non in linea con le finalità del concorso.

Tutti i candidati dell’Umbria possono fornire la pre-adesione al ricorso collettivo attraverso l’apposita pagina pubblicata al link https://codacons.it/concorso-ordinario-docenti-nella-scuola-secondaria-di-primo-e-secondo-grado-2022-in-preparazione-il-ricorso-per-i-bocciati-alle-prove-scritte/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*