Marini, incontro con Peres e massime autorità palestinesi

marini e peres

(umbriajournal.com)  Una missione breve ma particolarmente intensa  quella appena conclusa in Israele e Palestina dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, invitata dal Peres Center for Peace in occasione dei 90 anni del presidente dello Stato di Israele. La visita ha consentito alla presidente Marini di verificare lo stato di attuazione di due importanti progetti di cooperazione. Il primo con lo Stato di Israele e le Regioni italiane, Ali della colomba, – di cui la Regione Umbria è capofila – e l’altro con l’Autorità palestinese, per la realizzazione della Camera arbitrale, progetto della Regione Umbria e del Ministero degli Affari esteri.

Fitta di incontri la prima giornata a Ramallah,  nel corso della quale la Presidente,  accompagnata dal Console Generale d’Italia a Gerusalemme,  Davide La Cecilia,  dopo la visita al Mausoleo di Yasser Arafat,  ha incontrato  prima il Segretario Generale Tayeb Abdel Al Rahim e poi  il nuovo Primo Ministro Rami  Hamdallah ai quali ha,  tra l’altro,  consegnato il testo ufficiale dello Statuto della Camera  Arbitrale  Palestinese, vistato qualche giorno prima dal Presidente Mahmud Abbas, formalizzando in questo modo la conclusione della prima tappa di un  progetto di cooperazione decentrata – strategico per la costruzione dello Stato palestinese ed il sostegno allo sviluppo del settore privato – svolto in collaborazione con  Ministero degli Esteri.

La giornata si è conclusa con la presentazione alla stampa dello Statuto e dei contenuti del progetto (il cui soggetto attuatore è   Sviluppumbria). All’ incontro  hanno preso parte anche il Consigliere del Presidente Abu Mazen, Nemer Hammad, i Ministri della Giustizia e dell’Economia palestinesi ed i Presidenti delle associazioni degli ingegneri, degli avvocati, dei costruttori, degli industriali e della federazione delle camere di commercio palestinesi, partner del progetto stesso.

Un incontro successivo con il Console Generale d’Italia, al quale hanno partecipato  la Console Elena Clemente ed il Direttore dell’UTL di Gerusalemme,  Vincenzo Racalbuto, ha consentito di constatare i positivi risultati raggiunti dalla cooperazione italiana nei territori palestinesi ed in particolare dal  PMSP (Programma italiano di sostegno alle municipalità palestinesi).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*