Convivere con il Covid, prevenirlo e curarlo, sabato 27 marzo all’Hotel Giò

introduce e modera il Presidente della Seconda Commissione, Valerio Mancini

 
Chiama o scrivi in redazione


Convivere con il Covid, prevenirlo e curarlo, sabato 27 marzo all’Hotel Giò

Convivere con il Covid, prevenirlo e curarlo, sabato 27 marzo all’Hotel Giò

Convivere con il Covid: prevenirlo e curarlo’: sabato 27 marzo all’Hotel Giò, introduce e modera il Presidente della Seconda Commissione, Valerio Mancini Sabato 27 marzo alle ore 9.30 presso l’Hotel Giò in via Ruggero D’Andreotto 19 a Perugia, si terrà il convegno ‘Convivere con il Covid: prevenirlo e curarlo’. Tanti illustri ospiti interverranno nel corso della mattinata: rappresentanti delle associazioni di categoria degli agricoltori, coltivatori biologici, medici, biologi e nutrizionisti. Introduce e modera il Presidente della Seconda Commissione Consiliare Permanente, competente in materia di agricoltura e ambiente, Consigliere Regionale Valerio Mancini.

© Protetto da Copyright DMCA

“In apertura del convegno interverranno i vertici regionali di CIA, Coldiretti, Confagricoltura e AIAB, oltre ad alcuni coltivatori biologici che racconteranno la loro personale esperienza – ha annunciato il Presidente Valerio Mancini – un’alimentazione sana e corretta, possibilmente con cibo di agricoltura biologica, più ricco di micronutrienti, antiossidanti, nutraceutici, flavonoidi, può rappresentare un’arma importante nella prevenzione contro il Covid-19. Alcuni cibi contengono difatti la quercetina, che, avendo proprietà antivirali, funge da inibitore specifico per il virus responsabile del Covid – ha spiegato Mancini – la lotta contro il Coronavirus inizia dunque proprio dalla tavola.

A parlarne saranno non soltanto esperti del settore agricolo, ma anche medici, biologi e nutrizionisti di fama nazionale – ha proseguito – che approfondiranno il tema con particolare riferimento all’aspetto tecnico della medicina.

Il SARS-Cov-2, secondo i ricercatori, è ormai destinato a divenire endemico, ad essere cioè una presenza costante nella popolazione ma anche nell’ambiente – ha continuato Mancini – le ricerche recenti indicano difatti che si tratta un batteriofago, cioè di un virus che vive anche nell’ambiente e non soltanto nelle persone, e si auspica che nel tempo affievolisca la sua carica patogena, manifestandosi solo stagionalmente o ciclicamente come gli attuali virus influenzali. Nel corso del 2020 molti medici di famiglia e ospedalieri hanno elaborato e sperimentato degli efficaci protocolli per la gestione domiciliare precoce del Covid, che hanno permesso di prevenire pressoché il 100% dei decessi e limitare a meno del 5% i ricoveri dei casi sintomatici – ha concluso Mancini – sabato approfondiremo l’argomento in maniera capillare grazie al contributo di tutti gli ospiti presenti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*