Perugia, Loretta Lazzerini e la riscossa di una donna, presentato il libro “L’Apripista” 📸📸📸

L’autrice: “difficoltà di entrare in ambiente di uomini, poi fu capito che sapevo svolgere il ruolo”

Perugia, Loretta Lazzerini e la riscossa di una donna, presentato il libro “L’Apripista” 📸📸📸

L’autrice: “difficoltà di entrare in ambiente di uomini, poi fu capito che sapevo svolgere il ruolo”

Una passerella straordinaria di donne che hanno rivestito ruoli importanti nel mondo del lavoro, paladine di carriere precluse al mondo in rosa.


Dall’Agenzia di Informazione Avi News


L’occasione, la presentazione del libro L’Apripista di Loretta Lazzerini, la prima donna ‘Procuratore alle Grida della Borsa Valori’.

Le parole dell’autrice

“I numeri sono stati da sempre la mia passione – ha detto l’autrice in una Sala dei Notari obbligata dalla normativa Covid ad ospitare un numero contenuto di persone – e ricordo le difficoltà per entrare in un ambiente prettamente composto di uomini. Dovetti accettare sulle prime qualche sorrisetto compiaciuto, ma dopo un po’ fu capito che sapevo svolgere quel ruolo”.

Gli ospiti e le testimonianze

Si sono alternate nelle testimonianze dopo il saluto dell’assessore delle Pari opportunità Edi Cicchi, l’ex parlamentare Margherita Boniver con molteplici esperienze alla guida di attività governative prima  assegnate agli  uomini, e Teresa Severini, prima enologa italiana, capace già negli anni ‘80 di presentare i vini umbri in platee internazionali con aperture di mercati fino all’ora sconosciuti. Sono intervenuti anche il professor Giuseppe Ambrosio, primario della Cardiologia dell’ospedale di Perugia, e l’avvocato Cristina Clementi, direttrice amministrativa del nosocomio perugino, manager impegnata per oltre 20 anni in Lombardia che ha portato la testimonianza di paziente oncologica, visto che i proventi del libro sono destinati ad ANT Associazione Nazionale Tumori. “È stata un’opportunità che ho affrontato con coraggio, sempre fiduciosa nella efficacia delle terapie. Affrontare la malattia con determinazione e possibilmente continuando a lavorare è un elemento che fa la differenza. Il tumore al seno si può combattere e vincere, le donne hanno l’obbligo della prevenzione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*