Coronavirus, messi a disposizione piattaforma e supporto di professionisti

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, messi a disposizione piattaforma e supporto di professionisti

(DIRE) Ibm e Cisco si mobilitano a supporto del sistema scolastico italiano offrendo l’accesso alla piattaforma di collaborazione Cisco Webex, dotata di funzionalita’ semplici e intuitive per l’educazione online, assieme ad un servizio di assistenza e supporto per docenti e studenti. La decisione delle due aziende arriva in risposta all’appello del ministero dell’Istruzione per fronteggiare la crisi generata da Covid-19 e si inserisce nell’iniziativa di Solidarieta’ Digitale voluta dal Ministero per l’Innovazione. La piattaforma, messa a disposizione fin dai primi giorni della pandemia, e’ in grado di collegare studenti e insegnanti in tempo reale.

Ad oggi, piu’ di 80 scuole stanno gia’ utilizzando questa soluzione per fornire, attraverso le lezioni virtuali, un servizio essenziale a circa 50.000 studenti italiani. Inoltre, il numero delle scuole aderenti e’ in continua crescita. “Il nostro Paese si trova ad affrontare una situazione senza precedenti, dove il digitale si sta rivelando uno strumento importante per la resilienza. Stiamo mettendo a disposizione le nostre competenze e le nostre tecnologie affinche’ gli studenti possano continuare ad apprendere: questo e’ parte integrante del nostro impegno e della collaborazione che abbiamo con le amministrazioni locali e le scuole di tutto il Paese, attraverso il nostro programma Digitaliani” dice Agostino Santoni, ceo di Cisco Italia.

“Vogliamo partecipare con i nostri professionisti e la conoscenza di cui disponiamo- afferma Enrico Cereda, presidente e amministratore delegato di Ibm Italia- allo sforzo collettivo per alleviare gli effetti della crisi sanitaria. Il nostro obiettivo, come azienda a supporto del sistema paese, e’ quello di creare innovazioni a supporto della societa’, delle aziende e del bene comune. In questa particolare occasione, siamo orgogliosi di poter contribuire, coniugando tecnologia e volontariato, a dare continuita’ alle lezioni scolastiche degli studenti italiani”. La piattaforma di Cisco e Ibm e’ disponibile in tutte le regioni italiane ed e’ in grado di supportare diversi tipi di esigenze anche per altre aree amministrative che, in questo momento, potrebbero beneficiare di uno strumento di collaborazione da remoto.

Una classe virtuale completa di tutto Cisco Webex e’ una soluzione di collaborazione completa. La versione Meetings comprende non solo la possibilita’ di effettuare video-conferenze, ma anche di condividere desktop, applicazioni, risorse multimediali e sondaggi, tutto in tempo reale. Queste funzionalita’ permettono di creare una classe virtuale a tutti gli effetti, a cui gli studenti possono accedere in modalita’ ospite, senza la necessita’ di creare un account. Tutto viene amministrato dall’area personale dell’insegnante, che puo’ “invitare” gli studenti, gestire audio e microfoni di ognuno – dando loro la parola quando necessario – e puo’ registrare la lezione per condividerla o rivederla in seguito.

Un supporto concreto a tutti gli insegnanti Inoltre, Ibm ha messo a disposizione della comunita’ degli insegnanti un servizio di supporto per l’adozione e l’utilizzo della piattaforma, erogato grazie a 350 esperti e volontari dell’azienda. I volontari di Ibm Italia – che lavorano remotamente dalle proprie abitazioni usufruendo di Cisco Webex – forniscono un servizio di tutoraggio agli insegnanti per permettere loro di ottenere il massimo dalla piattaforma e per aiutarli a risolvere qualsiasi dubbio o problema tecnico. Ogni mese, la piattaforma Cisco Webex e’ utilizzata da oltre 130 milioni di persone in tutto il mondo ed elabora piu’ di 6 miliardi di minuti di riunioni. Si tratta di una soluzione di cloud computing che non occupa risorse di storage sui personal computer. Sempre accessibile tramite una connessione internet, Cisco Webex garantisce privacy e sicurezza di dati e contenuti condivisi durante le sessioni utilizzando degli strumenti avanzati di sicurezza e criptazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*