Unistranieri, spariti tre milioni di euro dei cinesi, blitz della finanza

Unistranieri, spariti tre milioni di euro dei cinesi, blitz della finanza

Unistranieri, spariti tre milioni di euro dei cinesi, blitz della finanza

Un disavanzo-choc di tre milioni di euro nel bilancio dell’Ateneo di Palazzo Gallenga. «Noi abbiamo fatto tutto quello che era in nostro potere per far emergere una gestione amministrativa confusa. Ma adesso ci fermiamo qui, la vicenda passa al vaglio delle autorità competenti che avranno il compito di andare avanti, dire quello che è successo e individuare le responsabilità. E’ una vicenda molto complessa con vari livelli di indagine tra Procura della Repubblica e Corte dei Conti». Con queste parole la rettrice dell’Università per Stranieri, la professoressa Giuliana Grego Bolli, è intervenuta situazione che certifica un disavanzo di tre milioni di euro nel bilancio dell’Ateneo di Palazzo Gallenga.

Il Blitz all’Università per Stranieri è stato condotto i militari della guardia di finanza, diretti dal colonnello Danilo Massimo Cardone, su delega del sostituto procuratore Paolo Abbritti. Qualche settimana fa, le fiamme gialle hanno acquisito documenti e sentito testimoni.

Al termine dell’attività di acquisizione dei documenti, i finanzieri hanno redatto un’informativa che è stata inviata in Procura.

C’è la denuncia presentata da un dipendente dell’ateneo perché qualcuno ha falsificato due sue firme in calce ad altrettanti contratti con le agenzie cinesi. Un’altra ancora per truffa da parte dell’università e c’è una segnalazione da parte del collegio dei revisori dei conti alla magistratura contabile e alla Procura della Repubblica di Perugia e un altro esposto dell’Ateneo. Palazzo Gallenga è parte lesa nella vicenda.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
6 + 26 =