Tre cani uccisi da bocconi avvelenati, è allarme a Terni

 
Chiama o scrivi in redazione


Tre cani uccisi da bocconi avvelenati, è allarme a Terni

Tre cani uccisi da bocconi avvelenati, è allarme a Terni

Boccone killer, con lumachicida, lanciato in un giardino di una abitazione, il cane mangia e muore tra gli stenti. Tra le tante barbarie di questo periodo, a Terni, c’è quello di dare bocconi avvelenati ai cani. Tre sono i poveri animali che sono morti in questi ultimi giorni. Il perché risiede nella mente crudele di chi lo ha ucciso e gira voce che il boccone sia stato lanciato nel giardino privato per via del fatto che il cane abbaiava troppo rumorosamente.

«Nella giungla di maleducazione e degrado che avanza in troppe zone della città, nel Quartiere Matteotti – scrive Stefano Cinaglia de La Nazione Terni – sabato pomeriggio un cane di cinque anni è morto dopo aver mangiato un boccone avvelenato con lumachicida, che qualche mano criminale ha tirato al di là della recinzione del giardino. Il cane, che purtroppo non ha avuto scampo, sarà sottoposto ad autopsia e poi verrà presentato una denuncia, fanno sapere i proprietari, che invitano chiunque sappia o abbia visto qualcosa a farsi avanti».

Sull’episodio, decisamente inquietante, hanno avviato gli accertamenti i carabinieri forestali, da sempre paladini della difesa degli animali.

Come detto, è il terzo avvelenamento di cani che si registra in pochi giorni. Nei giorni scorsi a fare, purtroppo, la stessa fine erano stati altri due animali, uno della zona di via Brodolini e l’altro a vovabolo Trevi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*