Test rapidi Chirofisiogen Center, ecco come stanno le cose, parla Brugnoni

abbiamo aderito di spontanea nostra volontà a sospendere l’inizio attività

 
Chiama o scrivi in redazione


Testi rapiii al Chirofisiogen Center, ecco come stanno le cose, parla Brugnoni

Test rapidi Chirofisiogen Center, ecco come stanno le cose, parla Brugnoni

Il suo giornale riporta avvenimenti travisati sulla vicenda dei test rapidi, le descrivo qui di seguito lo sviluppo della vicenda. Le stesse ispezioni avute ieri erano state eseguite nei mesi scorsi ben cinque ispezione nelle periodo temporale di una settimana, due dalla ASL Umbria 1, una dall’ARPA, una dai Nas ed una dall’Ispettorato del Lavoro  

“non rilevando nessuna criticità in nessuna ispezione dei funzionari sopra descritti”

 Ieri sono state ripetute due ispezioni atte a verificare:

  • i percorsi predisposti per eseguire i test,
  • la provenienza e le certificazione dei kit rapidi,
  • verifica della documentazione predisposta che dovranno firmare i pazienti prima di eseguire gli esami,
  • Verifica modulo consenso informato,

TUTTO E’ RISULTATO A NORMA  SENZA RILEVARE ALCUNA IRREGOLARITA’

 Qualora i funzionari preposti alla verifiche avessero rilevato delle irregolarità  a norma delle leggi vigenti avrebbero bloccato l’inizio delle procedure di test rapido che sarebbero dovute iniziare oggi.

 Chiarito questo punto fondamentale facciamo presente che noi non soffriamo mai di pressioni o ansia quando vengono delle verifiche perché in coscienza operiamo nel rispetto delle norme, anzi invitiamo le istituzione a verificare tutte le strutture come di solito avviene con le nostre.

La decisione di sospendere l’inizio attività non è stata imposta da nessuno, abbiamo avuto un colloquio telefonico  con D.G. della Sanità Umbra ed abbiamo condiviso con lui di fare un incontro per intraprendere decisioni per un percorso condiviso.

 Il DG che ringrazio per il gentile colloquio intercorso non ha intimato nessun blocco atto a bloccare l’inizio delle attività  di test rapido, ha solo chiesto di poterne discutere con la sua  struttura, in un tavolo tecnico che avrebbe predisposto nei giorni di martedì  o mercoledì prossimo,  lasciando a noi la decisione finale se iniziare i test oggi venerdì 03/04/2020, senza nessuna pressione a farlo.

 Noi rispettosi da sempre delle istituzioni sanitarie abbiamo aderito di spontanea nostra volontà a sospendere l’inizio attività.

Puntualmente come promesso dal DG della sanità  siamo già stati già convocati per discutere della tematica la prossima settimana.

Faccio già presente che nel massimo rispetto delle istituzioni ci adegueremo a quanto verrà concordato tra le parti e per un semplice dovere istituzionale.

 Pertanto verifichi quanto scrive la sua giornalista che mi sembra altamente difforme dai fatti con  modalità  denigrante nei confronti del nostro centro medico e la invito a correggere bonariamente dopo sue opportune verifiche con la Direzione delle Sanità Umbra quanto da dichiarato in questa e-mail.

Ringrazio per l’attenzione e le porgo cordiali saluti

Alberto Brugnoni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*