Tenta di introdurre droga in carcere consegnandola al compagno

 
Chiama o scrivi in redazione


Istituita task force covid regionale per le carceri, nel pomeriggio prima riunione

Tenta di introdurre droga in carcere consegnandola al compagno

Si reca a trovare il compagno in carcere ma viene arrestata proprio all’interno della casa circondariale. Un tentativo di introduzione di droga all’interno del carcere perugino di Capanne attraverso uno stratagemma è stato infatti sventato dagli agenti della polizia penitenziaria. Il fatto è accaduto il 5 marzo quando la compagna di un detenuto magrebino, durante l’ora di colloquio, ha cercato di introdurre in carcere  sostanza stupefacente, occultata abilmente nelle parti intime, all’interno di un contenitore di plastica.

© Protetto da Copyright DMCA

Durante il colloquio la stessa ha  passato tale contenitore al proprio compagno detenuto ma, grazie alla prontezza, all’acume e alla professionalità del poliziotto addetto alla vigilanza visiva dei colloqui tra detenuti e familiari che, si è accorto di quanto stava accadendo, si è intervenuti immediatamente, sequestrando tale contenitore e procedendo all’arresto della donna. All’interno dell’involucro erano contenuti circa 20 grammi di sostanza stupefacente, tra cui cocaina, eroina e hashish.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*