Ruspe al campo rom di Foligno, al via operazioni di sgombero

Ruspe al campo rom di Foligno, al via operazioni di sgombero

Ruspe al campo rom di Foligno, al via operazioni di sgombero

Operazioni di sgombero del campo rom di via Londra, a Sant’Eraclio di Foligno. Tecnici del Comune e forze dell’ordine hanno dato esecuzione all’ordinanza pubblicata dal sindaco a gennaio e agito sulla base dell’accordo tra Comune e Prefettura delle scorse settimane.

«Le ruspe – scrive Nazione Rom in una nota –hanno distrutto le umili abitazioni dove abitavano intere famiglie, persone con disabilità, anziani, donne, bambini. E’ stata staccata l’energia elettrica. Nessuna presenza dei servizi sociali, nessuna soluzione abitativa alternativa offerta ai cittadini sgomberati. Il Sindaco Nando Mismetti e l’Assessore al Sociale Maura Franquillo non rispondono a giornalisti media, televisioni.

Nessuna dichiarazione, solo un assoluto silenzio. A Foligno sono in corso gravissime violazioni della Carta dei Diritti Umani Fondamentali dell’Unione Europea. Le famiglie sono rimaste all’interno di quel che resta dei terreni di loro proprietà: impossibile riscaldarsi e cucinare.

Una piccolissima bambina di 8 mesi è tra le braccia di sua madre: non si può cucinare, riscaldarsi, usare l’aerosol necessario a curare la bronchite di cui è ammalata. Il Consiglio Nazionale Rom Sinti Caminanti (RSC) di Foligno ha convocato una manifestazione per domani mattina, 21 marzo 2019, davanti al Comune alle ore 11.30».

Commenta per primo

Rispondi