Ricattato dagli hacker con foto pedopornografiche

Morto in albergo in centro a Perugia, indagini a tutto campo

Ricattato dagli hacker con foto pedopornografiche

«Ti dobbiamo dare una brutta notizia. Abbiamo installato un trojan nel tuo computer e abbiamo trovato delle immagini pedopornografiche. Se non ci dai 600 euro entro tre giorni le giriamo a nome tuo a tutti i tuoi contatti». Questo è quanto capitato a un professionista perugino. A raccontare la notizia è il Messaggero Umbria di oggi in un articolo a firma di Egle Priolo.

«Il tuo profilo è stato bloccato per la pubblicazione di contenuti illeciti». Tutto inizia con una mail di Facebook. Qualcuno si è impadronito del suo profilo e soprattutto ha utilizzato la carta di credito, registrata sul social con ordini di pagamento anche da 500 euro.

Il professionista racconta di essere andato subito alla polizia postale a denunciare quanto accaduto. Ha inutilmente cercato di contattare Facebook per spiegare di non aver mai postato contenuti illegali e figuriamoci se immagini porno di bambini.  Non è la prima segnalazione arrivata negli ultimi mesi sui tavoli della polizia postale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*