Regione denuncerà autori “falso” documento social su calendario caccia 

Palazzo Donini annuncia iniziative presso autorità giudiziaria

Regione denuncerà autori “falso” documento social su calendario caccia

“Sono destituiti di qualsiasi fondamento i contenuti di un documento palesemente falso che sta circolando in queste ore sui social network relativo a variazioni al calendario venatorio 2021-2022 della Regione Umbria e della Regione Lazio”: lo annuncia Palazzo Donini. “La Regione Umbria – si legge in una sua nota – conferma i contenuti del calendario venatorio approvato, che non prevedono le preaperture della caccia alle specie della tortora selvatica e del colombaccio, ribadendo l’ apertura della stagione venatoria domenica 19 settembre. Da parte dell’ amministrazione regionale saranno attivate idonee iniziative presso le autorità giudiziarie competenti per perseguire gli autori del documento che reca i loghi delle Regioni Umbria e Lazio, i riferimenti nominativi degli assessori competenti oltre ai loghi delle associazioni di rappresentanza del mondo venatorio. Si invitano, infine, cacciatori e cittadini a non diffondere tale documento”.

 

 

 

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*