Pitbull morde una donna a Spoleto, ferite al braccio e alla mano

Pitbull morde una donna a Spoleto, ferite al braccio e alla mano

Pitbull morde una donna a Spoleto, ferite al braccio e alla mano

Una donna di circa sessant’anni è rimasta ferita, al braccio e alla mano, perché aggredita da un pitbull. Il cane, che era libero e solo in giro per la città dei due mondi, si è fiondato sulla poveretta che aveva con sé un cane di piccola taglia. La donna, quando ha visto il molossoide che le arrivava addosso ha commesso un errore fondamentale: ha preso, con l’intento di proteggerlo, il suo cagnolino. Se il pitbull voleva aggredire il piccolo animale, si è invece rivolto verso la sua padrone. In men che non si dica è finita a terra ed è stata aggredita. 

Ad un certo punto, donna e animali, erano tutti per terra. La poveretta gridava a più non posso e, di lì a poco, è arrivata una persona che ha seguito la scena e il cui intervento è stato davvero provvidenziale.

E’ andata male anche al piccolo amico della signora, dallo scontro con il pitbull è, pare, uscito piuttosto male. Da quanto se ne sa il cane, pare avesse il microchip di riconoscimento. Sul posto la Usl2, polizia e ambulanza che ha portato la donna al pronto soccorso del San Matteo degli Infermi.

Il cane, come accade in questi casi, va tenuto in “osservazione per dieci giorni” e lo avrebbe dovuto fare colui che ce l’ha assegnato.

Il pit però non ne ha voluto sapere e, di lì a poco, era di nuovo in giro per strada. A quel punto, e non deve essere stato facile per niente, l’enorme animale è stato trasferito  al canile sanitario. Dopo altri dieci giorni, come prevede la legge, potrà essere rimesso in libertà e tornare a casa. Vedremo se avrà voglia di restarci.

Commenta per primo

Rispondi