PERUGIA – BASTA CON L’INVASIONE DEI CENTRI COMMERCIALI

CENTROCOMMERCIALEdi Urbano Barelli (UJ.com3.0) PERUGIA – La Giunta comunale di Perugia ha dato il via libera al nuovo Piano del commercio. Dalla stampa si apprende che è previsto un centro commerciale/outlet a Lidarno, oltre al nuovo centro commerciale a Centova da pochi giorni oggetto di una specifica variante urbanistica. Un’invasione di centri commerciali che, dopo aver distrutto la rete dei negozi di vicinato, si stanno cannibalizzando tra loro. A Perugia si continua quindi nella politica urbanistica del cemento e dei centri commerciali, una politica che tanti danni ha già creato alla città. E’ infatti sotto gli occhi di tutti lo svuotamento del centro storico, la chiusura dei negozi di vicinato e la crescita delle brutte periferie. Le conseguenze di tali politiche sbagliate non potevano che essere la crescita del disagio sociale e giovanile, prima, ed ora la preoccupante avanzata della criminalità che dai reati minori legati allo spaccio di droga si sta affermando nelle spaccate, nelle rapine e nei furti.

 

La desertificazione del centro storico – dove sono rimasti pochi residenti, meno studenti e dove aumentano gli stranieri irregolari – non sarà superata con le megastrutture di vendita previste dal Comune di Perugia. Né ci si può illudere che siano le forze dell’ordine a risolvere i problemi sociali che l’amministrazione comunale non riesce a capire né tantomeno ad affrontare. Perugia se vuole uscire dal tunnel del declino, del degrado e della droga deve cambiare rotta. Come sta facendo Marsciano, dove è lo stesso Pd ad opporsi alla proposta di un nuovo centro commerciale ad Ammeto. Come accade a Foligno, dove il Sindaco Mismetti ha dichiarato finita la stagione dell’edificazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*