Ndrangheta, operazione Eyphemos, ancora arresti a Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione


Ph Dire

Ndrangheta, operazione Eyphemos, ancora arresti a Perugia

(DIRE) 65 ordinanze di custodia cautelare, di cui 53 in carcere e 12 agli arresti domiciliari, sono state emesse dalla polizia su disposizione della Direzione distrettuale antimafia della Procura di Reggio Calabria nei confronti dei capi storici, elementi di vertice e affiliati ad una pericolosa locale di ndrangheta operante a Sant’Eufemia d’Aspromonte (Reggio Calabria). L’operazione ha coinvolto diversi esponenti di riferimento della cosca Alvaro ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, diversi reati in materia di armi e di sostanze stupefacenti, estorsioni, favoreggiamento reale, violenza privata, violazioni in materia elettorale, aggravati dal ricorso al metodo mafioso e dalla finalità di aver agevolato la ndrangheta, scambio elettorale politico mafioso.

L’operazione Eyphemos ha coinvolto anche l’Australia, dove e’ stato individuato un locale di ndrangheta dipendente direttamente dalla ‘casa-madre’ calabrese degli Alvaro. Altri arresti e perquisizioni sono stati eseguiti questa mattina nelle province di Milano, Bergamo, Novara, Lodi, Pavia, Ancona, Pesaro Urbino e Perugia. Dalle indagini condotte dagli investigatori della squadra mobile di Reggio Calabria e del commissariato di polizia di Palmi (RC) e’ emerso che gli esponenti di vertice del locale di Sant’Eufemia d’Aspromonte sedevano ai tavoli in cui venivano prese decisioni importanti che riguardavano il locale australiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*