Morte della piccola Maria Geusa, madre sarà libera ad agosto

Libera Deserto, fu condannata per concorso omicidio figlia. E' tornata libera Tiziana Deserto, la donna originaria del tarantino

Morte della piccola Maria Geusa, madre sarà libera ad agosto

Tiziana Deserto dal 4 agosto sarà libera. La donna, che oggi ha 48 anni, era stata condannata a 15 anni (tre condonati grazie all’indulto) per concorso in violenza sessuale e omicidio della figlioletta di 2 anni e 8 mesi, la piccola Maria Geusa. Lo scrive oggi la Nazione Umbria riportando una dichiarazione della donna, avvenuta al telefono: «Voglio solo far sapere che ho pagato quello che dovevo pagare, nonostante io sia innocente. Non c’è stato un giorno nel quale io non abbia pensato alla mia Maria. Il mio cuore è ancora ferito, non guarirà mai».

Era il 5 aprile del 2004 quando Giorgio Giorni (all’ergastolo), secondo l’accusa, stuprò e uccise la bambina che le aveva consegnato la madre, Tiziana. La Deserto venne arrestata nel 2012. Il processo la donna lo affrontò a piede libero accanto al marito, Massimo Geusa, dal quale ora si sta separando.

«In carcere mi sono ammalata – racconta ancora Tiziana –, soffro di crisi d’ansia, sbalzi d’umore e forte tachicardia. Per questo percepisco un’invalidità civile. Ho ricevuto due encomi dal magistrato di sorveglianza per buona condotta, ho lavorato in carcere come porta-vitto e ho partecipato alle attività teatrali. Ma sono stati dieci anni durissimi».

La Deserto è ai domiciliari da maggio dello scorso anno. Prima in casa, dalla madre, poi nella comunità alloggio dove si trova tuttora.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*