Morte ad Amelia, omicidio preterintezionale, si aggrava posizione del ragazzo

 
Chiama o scrivi in redazione


Morte ad Amelia, omicidio preterintezionale, si aggrava posizione del ragazzo

Avrebbe avuto un ruolo attivo durante il “buco”. Si aggrava la posizione del fidanzato della ragazza morta per overdose ad Amelia. Non più l’omissione di soccorso ma l’omicidio preterintenzionale. E’ quanto contesta la procura ternana al ragazzo per la morte della fidanzata stroncata da un’overdose dopo aver festeggiato il suo diciottesimo compleanno.

Nel fascicolo aperto dalla procura ternana accanto all’omicidio preterintenzionale contestato al fidanzato, c’è l’ipotesi di reato di “morte come conseguenza di altro delitto” contro ignoti.

Questa mattina ci sarà l’affidamento dell’incarico al perito scelto dalla procura per l’autopsia, che probabilmente si svolgerà giovedì mattina a Spoleto. In quella sede sarà svolta anche la perizia tossicologica per accertare l’eventuale assunzione di altre sostanze oltre all’eroina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*