Ladri in casa, una perugina, è mancato davvero poco, poteva finire in tragedia

La proprietaria ha chiamato subito i Carabinieri e fatto la denuncia, poi piano piano ha rimesso tutto in ordine, impiegando due giorni per riordinare la casa come prima

Ladri in casa, una Perugina, è mancato davvero poco, poteva finire in tragedia

Ladri in casa, una perugina, è mancato davvero poco, poteva finire in tragedia

di Morena Zingales
PERUGIA – «Bastava qualche minuto prima e mi sarei ritrovata faccia a faccia con i ladri e non voglio immaginare come sarebbe potuta finire». E’ il terribile racconto di un perugina sconvolta dopo aver trovato la sua casa sottosopra, visitata dai ladri. E’ accaduto a Perugia in una via della zona di Prepo. «Era sabato, tra le 17 e le 18 circa, rientro in casa e noto la porta finestra aperta e il cane, un jack russel, non era al suo posto».

La signora ha raccontato di aver visto delle ombre mentre entrava in casa ed è sicura che fossero i ladri che, sorpresi dal suo arrivo, sono scappati via. «Non gli ho visti in faccia, ma credo proprio che il mio rientro improvviso li abbia disturbati».

Hanno messo tutto sottosopra: «In casa non si capiva più niente, hanno distrutto la porta finestra che dovrà essere cambiata, mi hanno rotto le tende e preso pochi gioielli, dal valore più affettivo che economico: quattro anelli e due paia di orecchini. Tra questi c’era anche un anello di mia madre. Le altre cose in argento e oggetti di valore non sono stati toccati».

Potrebbero essere stati degli zingari? «Penso proprio di sì, per aprire la porta forse hanno usato il classico piede di porco, ma non sono sicura».

La proprietaria ha chiamato subito i Carabinieri e fatto la denuncia, poi piano piano ha rimesso tutto in ordine, impiegando due giorni per riordinare la casa come prima.

«Una cosa strana – ha detto infine – non è accaduto solo a me. Ad altri vicini che abitano nelle case accanto è successa la stessa cosa. Anche le loro case sono state visitate dai ladri e non è la prima volta».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*