Incidenti provocati da ubriachi a Città di Castello, denunce e sequestri

utti molto giovani anche i due denunciati per furto

 
Chiama o scrivi in redazione


Incidenti provocati da ubriachi a Città di Castello, denunce e sequestri

Incidenti provocati da ubriachi a Città di Castello, denunce e sequestri

Controlli antidroga e antialcol a Città di Castello. Due uomini sono stati intercettati dai Carabinieri della compagnia Tifernate. Il primo, un 32enne, a Vingone quando,  alle prime ore della mattina di domenica ha perso il controllo dell’auto ed è finito sulla cunetta.

L’uomo è stato soccorso dai Carabinieri di Trestina e dal 118, il giovane è stato medicato per le ferite riportate e giudicate guaribili in sette giorni. Sottoposto agli accertamenti di rito, è risultato avere un tasso alcolemico 3 volte superiore al limite consentito, è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica e gli è sata ritirata la  patente di guida.

Auto ribaltata e in fiamme, il 22enne, che ha Baucca di Città di Castello, è stato protagonista di una brutta avventura, anche perché il mezzo dove viaggiava è stato divorato dall’incendio.

E’ stato soccorso da personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Città di Castello e da personale del 118, il giovane è stato trasportato all’ospedale di Perugia da dove è stato dimesso e giudicato guaribile in 20 giorni. E anche in questo caso sono scattati gli accertamenti dei carabinieri e il 22enne è stato trovato con un tasso di alcol 4 vole superiore al limite massimo. Denuncia anche per lui e sequestro dell’auto e patente ritirata.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Monte Santa Maria Tiberina hanno, infince, denunciato a piede libero – per furto aggravato in concorso -, due stranieri incensurati di 26 e 31 anni, da tempo abitanti nel comprensorio

Si erano recati presso “Risparmio Casa” di Città di Castello dove sono stati notati nascondere diversi prodotti negli zaini. I due stranieri avevano rubato alcuni rasoi elettrici e scatole di detergenti. Bloccati subito dopo aver oltrepassato le casse, dove avevano pagato solo una minima parte dei prodotti presi, sono stati presi in consegna dei Carabinieri, che al termine degli accertamenti li hanno denunciati all’Autorità giudiziaria per furto aggravato in concorso di articoli per un valore di oltre 100 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*