Inchiesta sanità, Gianpiero Bocci interrogato: «Non ho mai sponsorizzato nessuno…»

 
Chiama o scrivi in redazione


Inchiesta sanità, Bocci rimane agli arresti domiciliari, rigettata la richiesta

Inchiesta sanità, Gianpiero Bocci interrogato: «Non ho mai sponsorizzato nessuno…»

L’ex segretario del Pd umbro, Gianpiero Bocci, il 21 maggio scorso si è fatto interrogare dal gip Valerio D’Andria, alla presenza dei pm, Mario Formisano e Paolo Abbritti. “Io non ho né sponsorizzato, caldeggiato, consigliato…niente di tutto questo”. E’ quanto riporta oggi il Corriere dell’Umbria.

© Protetto da Copyright DMCA

Ha negato con forza – scrive il quotidiano – di essersi mai mosso per favorire qualche candidato nei concorsi dell’ospedale di Perugia. Bocci, accompagnato dai suoi legali, David Brunelli e Alessandro Diddi, spedisce al mittente tutte le contestazioni che gli vengono fatte, sia su comprese quelle relative alla ricerca di notizie sulle indagini in corso o sul posizionamento delle cimici in ospedale che sarebbe avvenuta il 17 novembre 2017 durante un sopralluogo dei vigili del fuoco.

Bocci contesta – Conclude il corriere – le dichiarazioni di altri coindagati, in particolare quella in cui Valorosi riferisce della rivelazione relativa alle cimici messe dalla finanza. Per Bocci “Valorosi ha mentito”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*