Incendio inceneritore Maratta, innescato da un alcol detergente

 
Chiama o scrivi in redazione


Incendio inceneritore Maratta, innescato da un alcol detergente

L’incendio sarebbe stato innescato da un alcol detergente, sul nastro trasportatore, per poi interessare un capannone di stoccaggio. Il rogo, divampato ieri mattina all’interno del centro di selezione e trasferenza dei rifiuti indiffreneziati di Asm Terni Spa, a Maratta, dove un tempo si trovava l’inceneritore Asm smantellato nel 2008, non avrebbe creato problemi ambientali, quindo non ci sarebbe alcun allarme. Lo assicura il direttore generale dell’Arpa, Luca Proietti.

L’incendio, partito dal nastro trasportatore, ed è durato fra i 10 e i 15 minuti. L’intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha evitato la propagazione alle altre strutture. Da quello che si apprende nessun operaio è rimasto coinvolto nell’incidente. Sul posto oltre ai vigili del fuoco i tecnici di Asm e del Comune, ma anche Arpa e USL Umbria 2. Presenti anche i carabinieri del comando stazione Forestale di Terni, il Nipaaf dello stesso Corpo, i tecnico del comune con l’assessore Benedetta Salvati.

LEGGI ANCHE: Incendio all’inceneritore di Terni, fiamme a Maratta, impianto Asm 🔴 📸

“Ringrazio i Vigili del Fuoco per l’intervento risolutivo e puntuale che hanno posto in essere – dice l’assessore Salvati – così come ringrazio l’Arpa che è stata presente fin da subito con i propri tecnici, ma anche con il direttore generale Luca Proietti e con il direttore dipartimentale dell’area Umbria Sud Francesco Longhi. Sono state eseguite immediatamente le verifiche sulla gestione delle acque di spegnimento e sulla qualità dell’aria. Inoltre, a poca distanza, è operativa una centralina di monitoraggio che ha registrato i dati dell’aria anche durante le fasi dell’incendio. Insieme al direttore e ai tecnici di Asm e in contatto con il presidente, abbiamo iniziato a verificare l’entità dei danni e gli interventi per il ripristino dei nastri utilizzati per la selezione dei rifiuti che, nel frattempo, saranno comunque trattati nella stazione di trasferenza e quindi avviati in discarica ad Orvieto”.

LEGGI ANCHE: Incendio impianto ASM di Maratta, Arpa, al momento nessun problema ambientale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*