Fontivegge e degrado, Lorenzo Brunetti, serve divieto di frequentazione

Fontivegge e degrado, Lorenzo Brunetti, serve divieto di frequentazione
Foto scattata alle 6 di questa mattina

Fontivegge e degrado, Lorenzo Brunetti, serve divieto di frequentazione

di Lorenzo Brunetti
La sicurezza, tema centrale nelle discussioni che riguardano Fontivegge merita una riflessione nel suo fondamento concettuale e filosofico, l’estetica e il decoro. In una recente intervista il questore Dott.Giuseppe Bisogno sottolineava la riduzione a Perugia dei reati più gravi.
Quindi la domanda, perché è aumentata la percezione della PAURA, é una sensazione soggettiva di alcuni residenti esagerati, oppure c’è un riscontro oggettivo reale?

Per rispondere a questa domanda ci può aiutare la foto scattata questa mattina davanti l’ingresso della nuovissima Coop di Fontivegge.

Di fronte a questo quotidiano “crimine visivo” credo sia necessario ripensare ad una
una nuova strategia securitaria nel nome del decoro urbano, che preveda l’eliminazione visiva della marginalità sociale, cioè imporre il DIVIETO DI FREQUENTAZIONE di determinati pubblici esercizi e aree urbane, a soggetti condannati per reati di particolare allarme sociale, spacciatori tossicodipendenti, accattoni e ubriaconi.

Valorizzare quindi la Sobrietà e l’estetica dei comportamenti.

Il timore è che nessuno presidio fisso militare possa educare al decoro, a meno che il comune miri ad un programma specifico e riconosca il degrado nei comportamenti delle persone, come responsabili di questa paura oggettiva. #progettofontivegge

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
13 + 6 =