Droga in Umbria, Luigi De Ficchy, 60 per cento trafficanti è straniero

Droga in Umbria, Luigi De Ficchy, 60 per cento trafficanti è straniero
Luigi De Ficchy

Droga in Umbria, Luigi De Ficchy, 60 per cento trafficanti è straniero

In Italia il 30 per cento dei trafficanti di droga è straniero, lo è anche in Umbria, ma la percentuale sale al 60. A dirlo, a Il Messaggero, è il procuratore capo di Perugia, Luigi De Ficchy. Il vertice di piazza Partigiani da oggi è in pensione.

“Serve una particolare attenzione, perché Perugia e l” Umbria sono un crocevia di stupefacenti davvero rilevante”. «Lo segnalo da una ventina di anni – spiega – da quando dalla Procura nazionale mi interessavo di traffico e presenze di elementi e gruppi che facevano riferimento a criminalità organizzata, camorra e ” ndrangheta su tutte».

E se le mafie autoctone in Umbria prevalentemente riciclano denaro sporco – continua De Ficchy – sugli stupefacenti ci sono clan nigeriani e albanesi in collegamento con gruppi italiani. Ci sono perugini e umbri che si mettono sempre di più nel mondo del traffico di droga“. Perché questo ruolo di crocevia della regione?

Per troppi anni l’Umbria – risponde il procuratore – è stata considerata l’isola felice dove non c” erano problemi di criminalità organizzata e ciò ha fatto sì che le risorse di forze dell’ordine e magistrati non fossero adeguate. La conseguenza è che, trovando terreno fertile, organizzazioni albanesi e nigeriane si sono insediate con grande facilità sul territorio. C’è un radicamento che è continuato nel tempo e si è sviluppato

Tg della sera

1 Commento

  1. Caro DeFicchy ricordandoLe che questa non è la Sua terra…. ed per cui apprendocapisco che il 60% non LO VUOLE DI ESSERE SPACCIATORE solo che il reddito minimo per residente iuta ad non DIVENTAR LO….. Con Cio’ mi preoccupa parecchio di piu’ LA SONNOLENZA INERENTE CHI DESIGNA MINORATI MENTALE anche se la Costituzione Italia prescrive che il RAZZISMO non ESISTE PERMESSO…… grazie ed buon LaVOrO senza trasferirsi…. inoltre agGiungo che LA STATISTICA, CHE FILOSOFIA DI IGIENE ED TEKNE, NON è calcolo semiprobabilistico che dimostrato il solo ad non PORRE Variabili aleatorie DEGNE DI ILLUSIONI, CHE POSSONO ESSERE PARECCHIO ERRATE, da cui ad Lei magistrato Le ricordo che il PERITO IGIENICO STATISTICO è vietato non solo da Costituzione perO’ anche da codici civili ed penali… grazie Dott.Ing.giovanni Colombo A1360 Ord.Ing.PG_I_1995

Rispondi