Covid Umbria, il virus corre, ma al momento nessuna zona rossa

In Umbria "evidenza" aumento diffusione Omicron 2

Covid Umbria, il virus corre, ma al momento nessuna zona rossa

Il virus corre dall’Assisano al Trasimeno, passando dall’Alto Tevere, all’Alto Chiascio fino ad arrivare allo Spoletino e Ternano, ma al momento non si parla di fare lockdown locali. Ad Assisi venerdì 6 erano 449 casi, seguita da Bastia Umbra con 344 casi. «Una situazione che preoccupa, ma non ci sono le condizioni per enucleare delle zone rosse: c’è un monitoraggio, ma non si rilevano differenze rispetto alle zone di confine». Lo ha detto il direttore regionale alla Salute, Claudio Dario, durante la conferenza stampa online. La notizia è riportata oggi dal Messaggero Umbria in un articolo a firma di Fabio Nucci. Per ora niente lockdown locali che tuttavia non possono essere esclusi in futuro.

A Perugia si riscontra un’elevata incidenza di casi attivi sulla popolazione con numeri a quattro cifre (venerdì 6 erano 2.233), a Castiglione del Lago sono ad oggi 131, a Città di Castello 210, Corciano 283, a Foligno 373, a Gualdo Tadino sono 111, a Gubbio sono 296, Magione 149, Marsciano 135, Narni 186, Orvieto 145, e poi c’è Spoleto con 345 casi, Todi 116, Umbertide con 172. Numero a cifre anche Terni con 1.233 casi attivi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*