Coronavirus, centro di Perugia diventa subito deserto, alcuni negozi chiusi

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, centro di Perugia diventa subito deserto, alcuni negozi chiusi

Piazze vuote, saracinesche di molti negozi abbassati e le strade poco trafficate. L’effetto dell’emergenza da Coronavirus comincia a farsi sentire. In centro, a Corso Vannucci, nelle piazze Matteotti, Italia e Morlacchi, c’è poca gente, tutti a debita distanza, qualcuno indossa guanti e mascherina.

Bar e i ristoranti, spiega il Comune, sono aperti al pubblico dalle 6 alle 18, poi il servizio è consentito solo per la vendita a domicilio, ma non è ammesso l’asporto. Le strisce blu in viale Indipendenza sono deserti e le uniche file nei negozi, a distanza di sicurezza che spesso portano i clienti all’esterno, sono nelle farmacie.

Qualche catena ha deciso chiudere e di andare in ferie. Chiuso anche il negozio di Luisa Spagnoli. Il Chocohotel chiude fino al 3 aprile. Anche i centri commerciali chiudono: il centro d’intrattenimento Gherlinda a Ellera sospende l’attività commerciale a data da destinarsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*