Concorsopoli, Gianpiero Bocci chiede di essere interrogato, udienza venerdì

 
Chiama o scrivi in redazione


Concorsopoli, Gianpiero Bocci chiede di essere interrogato, udienza venerdì

Concorsopoli, Gianpiero Bocci chiede di essere interrogato, udienza venerdì

Gianpiero Bocci, ex sottosegretario all’Interno ed ex segretario PD, ha deciso di parlare. I suoi legali – gli avvocati David Brunelli e Alessandro Diddi – hanno annunciato l’intenzione del loro assistito di essere sottoposto a interrogativo. Sarà sentito venerdì davanti al giudice Angela Avila.

Bocci deve difendersi sia dall’associazione per delinquere, sia dall’accusa di rivelazione di segreti d’ufficio per aver – secondo l’accusa – rivelato l’esistenza delle cimici all’interno degli uffici degli ex direttori. L’ex sottosegretario è imputato davanti al tribunale per tre episodi di rivelazione di segreti e falso per aver passato le tracce delle prove a tre candidate.

Prossimo appuntamento, quindi, venerdì davanti al giudice Angela Avila per la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dai sostituti procuratori titolari dell’intera inchiesta, Mario Formisano e Paolo Abbritti.

Il 24 novembre ci sarà l’escussione di altri quattro testimoni chiamati dalla difesa di Emilio Duca. Ieri era stato sentito Antonio Onnis, attuale commissario straordinario all’emergenza sanitaria in Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*