Calci e sputi ai carabinieri, testate al finestrino dell’auto di servizio, in manette un 45enne ubriaco

Anche testate al finestrino dell'auto di servizio. Prima in ospedale e poi arresto

Incidente mortale a Todi: una donna travolta mentre attraversava la strada

Calci e sputi ai carabinieri, testate al finestrino dell’auto di servizio, in manette un 45enne ubriaco

Calci e sputi ai carabinieri – Ha preso a calci e pugni i carabinieri che, ieri sera, si erano avvicinati per un controllo alla sua auto. I militari han capito subito che l’uomo, un 45 di origini campane già noto alle forze di polizia, era ubriaco fradicio e da subito si è dimostrato affatto disposto a collaborare con i militari della pattuglia.

il capitano Tamara Nicolai

I Carabinieri della compagnia di Perugia, al seguito del capitano Tamara Nicolai, erano intervenuti perché chiamati da alcuni passanti che avevano visto l’uomo immobile dentro un’auto e temendo il peggio aveva dato l’allarme.

Il 45renne si è dimostrato subito violento e ha sferrato calci e ha sputato verso i carabinieri. Ma non basta, una volta in auto ha preso a testate il finestrino dell’auto di servizio con la quale lo stavano accompagnando in caserma. I militari han cercato di contenere la sua rabbia, affinché non si facesse male, ma c’è stato bisogno di chiamare il 118. I sanitari lo hanno accompagnato al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia dove è stato curato e poi dimesso.

Il campano è stato arrestato e denunciato per violazione al codice della strada avendo rifiutato di sottoporsi al test alcolemico e, come disposto dal sostituto procuratore di turno, è stato trattenuto nella camera di sicurezza della compagnia di Perugia in attesa del rito direttissimo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*