Botte e coltellate in strada, straniero aggredisce pizzaiolo a Ponte Felcino, due arresti

Guidano senza aver mai preso la patente, sanzionati automobilisti indisciplinati

Botte e coltellate in strada, straniero aggredisce pizzaiolo a Ponte Felcino, due arresti. Terrore a Ponte Felcino nel pomeriggio di giovedì. Un 39enne ubriaco ha aggredito un dipendente di una nota pizzeria della cittadina, con un coltello da 10 centimetri. Il ragazzo ha reagito disarmando il suo aggressore, ma è stato ferito di striscio alla gola.

Il tutto è accaduto davanti a diversi testimoni che hanno aiutato a ricostruire l’accaduto. Erano le 19 quando lo straniero ha preso una bottiglia di birra dal frigorifero e poi è andato fuori e qualche metro dopo ha fatto cadere il contenitore a terra mandandolo in frantumi. Il giovane pizzaiolo è andato fuori a ripulire, ma lo straniero lo ha seguito mentre rientrava nel bar e ha tirato fuori un serramanico con la lama di 10 centimetri.

«Gli ha fatto solo un graffio – ha detto il titolare – poteva essere un colpo mortale». Il pizzaiolo si è difeso abbastanza bene. Lo straniero è comparso ieri davanti al giudice per la direttissima. Con lui in tribunale è finito anche il fratello (sposato con una cittadina italiana e quindi anche lui regolare) perché all’arrivo dell’ambulanza e della polizia si è scagliato contro gli agenti.

Il giudice ha convalidato gli arresti per entrambi i fermati e fissato la misura cautelare in carcere per il 39enne, mentre per il fratello sono scattati i domiciliari. Il processo si terrà il 17 settembre. Il pizzaiolo aggredito se la caverà con pochi giorni di prognosi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*