Bambini picchiati dalle maestre, ma salvati dal lockdown

 
Chiama o scrivi in redazione


Bambini picchiati dalle maestre, ma salvati dal lockdown
Foto di Poison_Ivy da Pixabay

Bambini picchiati dalle maestre, ma salvati dal lockdown

Insultati, lasciati piangere, chiusi al buio o in piedi per ore o imboccati per forza, fino al vomito, ma anche scappellotti per aver fatto cade un bicchiere, capelli ed orecchie tirate e poi insulti. Bambini, tra i 5 e gli 11 anni, di una scuola materna privata della provincia di Perugia salvati dal lockdown. Le due maestre di 56 e 74 anni (difese dagli avvocati Flavio Grassini e Diego Duranti) dopo anni di soprusi sono stati raggiunti da un avviso di conclusione indagini. La notizia è riportata oggi dai quotidiani della carta stampata (Corriere dell’Umbria e Messaggero Umbria).

Le due donne sarebbero accusate di maltrattamenti e abuso di mezzi di correzione o disciplina, contestando episodi avvenuti «da vari anni ed in corso fino al marzo 2020, scuola poi interrotta per via del lookdown».

I bambini tornavano a casa ed erano sempre più nervosi – scrivono i quotidiani. La denuncia dei genitori e le indagini dei carabinieri hanno posto fine ai maltrattamenti che il pm descrive come «atti di violenza fisica, morale e psicologica e tenendo verso i medesimi atteggiamenti aggressivi e violenti, percuotendoli e ingiuriandoli, sottoponendoli a situazioni di sopraffazione tali da rendere la loro vita scolastica particolarmente dolorosa». Accuse come sempre tutte da dimostrare.

Foto di Poison_Ivy da Pixabay

1 Commento

  1. a 11 anni fanno ancora la scuola “materna” ? e a 74 anni in quale scuola non ti hanno già mandato in pensione? siamo sicuri che siano davvero maestre?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*