Atti osceni in luogo pubblico, fa vedere i genitali ad una donna, arrestato

 
Chiama o scrivi in redazione


Atti osceni in luogo pubblico, fa vedere i genitali ad una donna, arrestato

Atti osceni in luogo pubblico, fa vedere i genitali ad una donna, arrestato

Nel corso della mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Terni hanno arrestato un molestatore seriale responsabile di atti osceni in luogo pubblico, aggravati dal fatto di averli commessi nelle vicinanze di un plesso scolastico.

L’uomo, un italiano residente a Terni, si è reso protagonista di due distinti episodi. Ieri, nel corso della mattinata, con una banale scusa ha invitato una giovane donna ad avvicinarsi a sé. Invece di chiederle informazioni, con mossa fulminea si è sbottonato i pantaloni e le ha mostrato i genitali, senza fare altro.

La donna, impietrita, dopo un iniziale momento di shock è riuscita ad allontanarsi e a portarsi presso il Comando Stazione dell’Arma, dove ha denunciato l’accaduto. Un passaggio che si rivelerà fondamentale e che ha consentito di avviare immediatamente le indagini.

Con una sommaria descrizione dell’uomo, i Carabinieri hanno cominciato subito a perlustrare la zona senza, ma del maniaco nessuna traccia. Senza demordere, hanno insistito nella mattinata odierna, portandosi nella zona dell’accaduto e, in particolare, nei pressi di un plesso scolastico, immaginando di poter sorprendere l’uomo.

I servizi perlustrativi hanno sortito l’effetto dovuto: l’uomo ha ripetuto il gesto denudandosi sulla strada ma, prima di riuscire ad importunare altre persone o, peggio, dei minori. E’ stato, in sostanza, colto sul fatto dalla pattuglia dell’Arma e che ha direttamente potuto documentare la scena.

Condotto in caserma è stato formalmente riconosciuto come l’autore del gesto della giornata precedente, fatto che naturalmente ha aggravato la sua posizione, documentandone inequivocabilmente la pericolosità sociale.

L’uomo è stato quindi arrestato, scongiurando, così, che il gesto potesse coinvolgere anche dei minori. Trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale, sarà condotto in Tribunale nella giornata di domani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il rito per direttissima.
(Carabinieri)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*