Castello di Antognolla sarà un resort 16ml metri quadrati e ospiterà una spa

Resort Antognolla finanziamento Invitalia ultimo step per la realizzazione

Castello di Antognolla sarà un resort 16ml metri quadrati e ospiterà una spa

Al via i lavori per la costruzione dell’esclusivo Resort di Antognolla, il complesso alberghiero immerso nel verde che sorgerà nel Castello nato su un monastero benedettino e poi. Obiettivo del Resort, che includerà 71 stanze, è rendere l’Umbria un polo attrattivo per i visitatori di tutto il mondo, proponendo un’esperienza autentica e a contatto con la natura.

Tutti i restanti mesi del 2023 saranno impiegati per realizzare le fondamenta, la struttura portante dell’edificio principale – che sarà costruito sulla collina che domina il castello di Antognolla – e quaranta spa suite, collegate direttamente all’edificio principale. In campo dieci milioni di euro di investimenti, che si aggiungono a quelli già destinati negli scorsi anni all’ottimizzazione del campo da golf e delle altre strutture.

Una volta completato, il complesso si svilupperà su più piani per un totale di 16.000 metri quadri e ospiterà una spa, diverse piscine, la reception principale e altri servizi del resort.

Siamo molto orgogliosi di annunciare l’avvio dei lavori del Resort“, ha commentato Luca Aiwerioghene, senior construction manager di Antognolla, “oggi poniamo la prima pietra di questo complesso con l’obiettivo di costruire un’offerta turistica di altissima qualità. Con Antognolla Resort, vogliamo proporre l’Umbria ai visitatori di tutto il mondo e condividerne i sapori locali, i pittoreschi paesaggi e la sua cultura accogliente. Anche grazie al nostro campo da golf, certificato come “miglior campo d’Italia” dai World Golf Awards 2022, siamo certi che una volta pronto Antognolla contribuirà a trasformare la nostra regione in una destinazione turistica di rilievo globale.”

I lavori sono stati affidati all’italiana SACAIM, parte del gruppo Rizzani de Eccher. Tra le aziende appaltatrici che collaboreranno anche molte imprese locali della provincia di Perugia, tra cui la Fagiolari di Città della Pieve.

La struttura comprende un castello e una tenuta del XII secolo trasformati in un esclusivo resort internazionale del XXI secolo che ospiterà un hotel di alto livello e uno dei migliori campi da golf del Paese. Il progetto sarà uno dei primi del suo genere in Italia. In linea con i valori dell’operatore alberghiero Six Senses, il castello, il borgo e la tenuta saranno restaurati in ottica sostenibile. Ci saranno 71 camere, un’offerta diversificata di benessere e cultura, un campo da golf da 18 buche, una scuola di cucina, un orto biologico e molto altro ancora. L’architettura storica originale sarà preservata come elemento chiave dello sviluppo, mentre le nuove costruzioni rifletteranno la storia, lo stile e la bellezza di questo luogo eccezionale.

Il progetto aprirà un nuovo mercato turistico di alto livello per l’Umbria, che porterà un afflusso di turisti nella regione e creerà una domanda aggiuntiva per l’aeroporto e le altre infrastrutture dell’Umbria. Il progetto comporterà anche un aumento della spesa secondaria a lungo termine nell’economia locale grazie al turismo di alto livello.Il progetto mira a sviluppare il turismo golfistico nella regione e a fare dell’Umbria unameta privilegiata per il golf, di particolare rilevanza in vista della Ryder Cup del 2023. Il campo da golf da campionato realizzato da Robert Trent Jones Jr. è già considerato tra i più belli d’Italia.

 Antognolla Golf

 Uno dei campi da golf più spettacolari e impegnativi d’Italia, Antognolla Golf è caratterizzato da fairway che attraversano il paesaggio, splendidi ostacoli d’acqua e green dinamici. Progettato dal rinomato designer Robert Trent Jones Junior, l’intrigante layout rende Antognolla un campo emozionante e coinvolgenteper i golfisti di tutti i livelli. Il team di RTJII ha guidato con attenzione i miglioramenti del campo con un investimento significativo nei sistemi di irrigazione, un programma di rinnovamento totale dei bunker, il rifacimento dei tee, l’introduzione di aree di festuca nativa non irrigate, un nuovo e ampliato campo pratica e un rinnovato sistema di drenaggio per garantire la giocabilità tutto l’anno, pur mantenendo i più elevati standard ambientali come da certificazione GEO per una gestione sostenibile del campo. Maggiori informazioni sono disponibili su www.antognollagolf.com.Situato a soli 20 minuti dall’aeroporto di Perugia e in posizione comoda tra Firenze e Roma, con un’ottima accessibilità aerea, Antognolla può diventare il punto di riferimento per i golfisti più esigenti alla ricerca della loro prossima avventura golfistica italiana in una regione ancora da scoprire.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*