Teatro, Platonov del tuderte Liv Ferracchiati apre la stagione del TSU a Todi

Teatro, Platonov del tuderte Liv Ferracchiati apre la stagione del TSU a Todi

Con una conferenza stampa che si è svolta oggi al Teatro Morlacchi di Perugia, è stata presentata la Stagione di Prosa 2021/2022 del Teatro Comunale di Todi. L’assessore alla cultura del Comune di Todi Claudio Ranchicchio conferma “la grande collaborazione tra il Teatro Stabile dell’Umbria e il Comune di Todi anche per questa Stagione. Se possibile, dopo l’anno perso a causa della pandemia, quest’anno l’unità d’intenti e la voglia di soddisfare il pubblico con spettacoli di altissima qualità è ancora più grande e necessaria del passato. Proprio in questa direzione la direzione artistica del Teatro Stabile dell’Umbria in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Todi hanno scelto un programma di assoluta qualità. Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale sono convinti che la Stagione 2021/2022 si caratterizzerà, come da tradizione, con il ritorno del pubblico a teatro e con un gran numero di abbonati, visto il seguito che c’è per la cultura e per il teatro nella nostra città e anche come punto di partenza per un rilancio di tutto il settore della cultura e dello spettacolo per la regione Umbria e per tutto il Paese.”

“Soddisfatto del lavoro fatto insieme, il Direttore Nino Marino ringrazia il Comune di Todi che con grande sensibilità, negli anni ha compreso e fatto proprio il progetto culturale del Teatro Stabile nella sua totalità e complessità. Da questa condivisione di intenti è nato questo Cartellone che rappresenta appieno la città di Todi nella sua alta tradizione teatrale e culturale e si sposa con le finalità dello Stabile nel pensare il teatro a livello regionale e nazionale.”

La tragedia è finita, Platonov del tuderte Liv Ferracchiati, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria, che apre la Stagione sabato 9 e domenica 10 ottobre, rappresenta bene questa dialettica tra le istituzioni. La tournée dopo il grande successo ottenuto al 48° Festival del Teatro di Venezia dove è stato premiato con una menzione speciale da parte di una giuria internazionale e la partecipazione al Festival dei Due Mondi di Spoleto, riparte proprio da Todi per poi essere presentato a novembre in uno dei Cartelloni più prestigiosi del panorama nazionale, il Piccolo Teatro di Milano.

L’inaugurazione, sabato 9 e domenica 10 ottobre, è affidata a Liv Ferracchiati che riparte da Todi, sua città natale, con la tournée de La tragedia è finita, Platonov, dopo il grande successo ottenuto al 48° Festival del Teatro di Venezia dove è stato premiato con una menzione speciale da parte di una giuria internazionale e la partecipazione al Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Domenica 24 ottobre, Massimo Popolizio porta in scena la grande opera di John Steinbeck Furore. Accompagnato dal vivo dal percussionista Giovanni Lo Cascio dà vita a un one man show epico e lirico, realista e visionario, sorprendente per la sua dolorosa e urgente attualità.

Martedì 23 novembre la Compagnia di teatro di Luca de Filippo presenta Ditegli sempre di sì, la divertente commedia scritta da Eduardo, accolta ovunque con grandi applausi. Un’opera vivace, colorata il cui protagonista è un pazzo metodico con la mania della perfezione.

Venerdì 3 dicembre è la volta della grande danza con La morte e la fanciulla di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, vincitore del premio danza&danza 2017 come miglior produzione italiana dell’anno.

Domenica 12 dicembre va in scena la produzione del Teatro Stabile dell’Umbria, La Signorina Giulia di August Strindberg che ha debuttato al Festival di Spoleto in prima assoluta, ottenendo molti consensi. A firmare la regia Leonardo Lidi che ha vinto a soli trentadue anni il Premio della Critica 2020 dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro.

Sabato 15 e domenica 16 gennaio, Alessio Boni nei panni del cavalier errante e Serra Yilmaz, musa di Ferzan Özpetek, in quelli di Sancho Panza, sono i protagonisti dell’immensa opera di Cervantes, Don Chisciotte. La Compagnia si fermerà a Todi una settimana per riallestire lo spettacolo.

Lo zoo di vetro del celeberrimo drammaturgo e sceneggiatore statunitense Tennessee Williams martedì 25 gennaio, sarà sul palco del teatro Comunale con l’adattamento e la regia di Leonardo Lidi. Una storia che è entrata a fare parte della memoria di tutti noi anche grazie a numerose versioni cinematografiche; una tra tutte quella che Paul Newman diresse nel 1987 di cui furono protagonisti Joanne Woodward e John Malkovich.

Mercoledì 9 febbraio arriva dal Canada, in esclusiva regionale a Todi, lo spettacolare Machine de Cirque. Uno spettacolo energico, audace, comico e poetico, assolutamente imperdibile.

La Stagione si conclude, sabato 5 marzo, all’insegna della comicità con Trascendi e Sali lo spettacolo di uno dei più visionari e geniali artisti della scena, Alessandro Bergonzoni.

La Campagna Abbonamenti inizia lunedì 20 ottobre con la prelazione per gli abbonati della Stagione 2019/2020 che, solo per quest’anno, a causa delle restrizioni, al momento dell’acquisto dell’abbonamento, dovranno scegliere un nuovo posto sulle piante attuali modificate per rispettare il distanziamento.

Resta inteso che nella Stagione 2022/2023 gli abbonati potranno mantenere il posto che avevano nella Stagione 2019/2020.

Info Ufficio Cultura Comune di Todi 075/8956700/701.

www.teatrostabile.umbria.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*