Perugia 1416, la cucina perugina tra Medioevo e Rinascimento

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia 1416, la cucina perugina tra Medioevo e Rinascimento

Perugia 1416, la cucina perugina tra Medioevo e Rinascimento

Alla scoperta della cucina tra Medioevo e Rinascimento. Sarà un viaggio culinario, con tanto di degustazione, la conferenza organizzata dall’associazione Perugia 1416 per lunedì 4 marzo, alle ore 17.30, a Torgiano, presso l’enoteca della cantina Lungarotti. Un approfondimento per dare risposta ad alcuni interrogativi. Cosa mangiavano i perugini tra il XIII e il XVI secolo?

Esistono tracce indelebili di una remota cultura gastronomica locale? Perché, ad oggi, esistono pochi ricettari o testimonianze culinarie della città di Perugia? Ricerca, attenzione e studio sono le uniche armi efficaci affinché si possa creare una consapevolezza collettiva di una realtà culinaria ricchissima e troppo spesso ignorata. Questa conferenza si prefigge quindi l’obiettivo di fare chiarezza sull’origine della tradizione culinaria perugina e di stimolare l’interesse nell’approfondire questa tematica.

A tenere la conferenza saranno Giovanni Pedercini, appassionato di storia della cucina e locale, oltre che di rievocazioni storiche, che dopo una laurea in Scienze agrarie e ambientali al DSA3 di Perugia, si specializza in alta cucina all’Università dei Sapori di Perugia, frequentando il corso di chef. È tra i fondatori di Perugia 1416 e della Compagnia del Grifoncello di Perugia, di cui tuttora è parte attiva. Collabora da anni con il Museo-Laboratorio di tessitura a mano Giuditta Brozzetti come guida storica e come editore e ricercatore per due libri attualmente in fase di svolgimento. Lavora come sous-chef a “La Trattoria di Oscar… e quant’altro” di Bevagna.

Insieme a lui ci sarà Filippo Oscar Artioli. Giovanissimo, Artioli diventa esperto sommelier e presto intraprende la carriera di cuoco lavorando in tutto il mondo, oltre che con alcuni tra i più grandi chef d’Italia, come Igles Corelli e Bruno Barbieri, con i quali tuttora collabora.

È stato docente alla scuola di alta cucina Gambero Rosso, ed è attualmente docente all’Università dei sapori di Perugia. Per decenni ha collaborato con il Mercato delle Gaite di Bevagna e con la Quintana di Foligno per la realizzazione di gare culinarie e banchetti medievali e rinascimentali grazie alla sua profonda conoscenza tecnica e teorica della cucina degli antichi trattati.

Ad oggi è titolare e chef del ristorante “La Trattoria di Oscar… e quant’altro” di Bevagna, riconosciuta come la seconda migliore cucina dell’Umbria secondo “Gambero Rosso 2019”. Grazie al suo lavoro di ricerca nel mondo dell’olio, ha ottenuto importanti riconoscimenti (Ercole oleario 2016) ed ha contribuito a rendere nota l’eccellenza dell’olio Evo della Valle umbra in tutto il mondo. L’ingresso alla conferenza è libero. Per info: www.perugia1416.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*