La piazza che spacca, la tre giorni andata in scena nel week end, tra musica e letture



La piazza che spacca, la tre giorni andata in scena nel week end, tra musica e letture

Giovani carichi di entusiasmo che si ri-prendono spazi della città e li fanno ri-vivere. Una piazza che si trasforma, che si anima e diventa un nuovo luogo da vivere. Un posto dove condividere idee, incontrarsi ed ascoltare musica. Un luogo storico da far scoprire alle nuove generazioni.


da: Danilo Nardoni, Ufficio stampa


E’ con questo spirito che è stata presentata la nuova piazza del Melo, dietro via Pinturicchio a Perugia, che ora – grazie all’Associazione Culturale Roghers Staff, in collaborazione con il progetto Digipass, il Comune di Perugia e la Fondazione POST – ha cambiato pelle e target.

Tutto ha preso il via con “La piazza che spacca” che è andata in scena lo scorso fine settimana (8-10 ottobre): una tre giorni di musica, arte e socialità tra incontri, mostre, dj set, reading e concerti con protagonisti della scena musicale cittadina, regionale e nazionale e ospiti speciali come Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Lorenzo Kruger e Comete.

L’iniziativa e il progetto nascono da un’idea dello Staff Roghers, un gruppo di circa 30 ragazze e ragazzi (tutti under 35) che hanno fatto dell’impegno civico e del volontariato attivo una bandiera di “rivitalizzazione” del centro storico di Perugia e che organizzano come evento di punta il festival “L’Umbria che spacca”.

Ora così, per i prossimi tre anni, promuoveranno gli spazi di piazza del Melo alla luce delle molte novità tecnologiche introdotte con il progetto Digipass: spazio al gaming presso la sala digital, a corsi di riprese video, dirette streaming e mixing presso la sala musicale, attività ludiche negli spazi comuni e aggregazione sociale attraverso eventi di piazza targati “Umbria che spacca”.

Il taglio del nastro si è tenuto alla presenza, tra gli altri, del vice sindaco di Perugia e dell’assessore allo sviluppo economico e turismo del Comune di Perugia, di Francesco Gatti e Anna Rebella, presidente e direttrice del Post, di Ilaria Batassa, direttrice della Villa del Cardinale, del presidente di Umbria Jazz Gian Luca Laurenzi.

“Dopo dieci anni di attività associativa – ha commentato Aimone Romizi, presidente dell’associazione Roghers Staff – questo è un altro importante passaggio. Abbiamo preso in gestione questi spazi sotto l’Informagiovani e ci siamo subito accorti che il posto è meraviglioso e quindi per presentarci abbiamo voluto subito fare dei concerti, che è poi la cosa che facciamo sempre. L’aspetto che ci interessa infatti è promuovere le stesse attività che noi stessi vorremmo vedere, ed è con questo spirito che facciamo le cose. Ora lo faremo con la piazza che spacca, riattivando questo spazio di città per farlo vivere tutto l’anno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*