✍ I racconti – Carlone e il Barocco a Perugia 1 marzo così si celebra Sant’Ercolano

 
Chiama o scrivi in redazione


Divertente chiacchierata attorno alla Chiesa di Sant’Ercolano
Chiesa di Sant'Ercolano

Carlone e il Barocco a Perugia 1 marzo così si celebra Sant’Ercolano

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – In occasione delle celebrazioni della festa della Traslazione delle spoglie di Sant’Ercolano, domenica prossima 1 marzo, si terrà un interessante, proprio nel tempio dedicato al vescovo “defensor civitatis“, un incontro sul tema: “Giovanni Andrea Carlone – il debito di una città verso un grande artista – una riflessione sulla eccellenza del Barocco a Perugia”. Alla presenza del sindaco Andrea Romizi, del vescovo Marco Salvi, dell’assessore Leonardo Varasano, ne parleranno – moderatore Mario Squadroni – Giacomo Montanari, università di Genova (Il grande Barocco a Perugia, dal Gesù a Sant’Ercolano), Franco Abbozzo, storico dell’Arte (Il restauro degli affreschi del Gesù e di Sant’Ercolano), Michele Bilancia, presidente di Radici di Pietra (Una storia da conoscere, un patrimonio da valorizzare, una macchia da cancellare).

Dopo i saluti di Alfredo Arioti

Dopo i saluti di Alfredo Arioti (presidente sodalizio di San Martino), di don Francesco Benussi (rettore del tempio), di Nives Maria Tei (presidente Fai Umbria) e le relazioni, interverranno pure Maurizio Oliviero, Giuliana Greco Bolli, Marica Mercalli, ten. col. Guido Barbieri, Emidio de Albentis, Caterina Bon Valsassina, Maria Luisa Guerrini. Insomma contributi ricchi.

Si tratta – spiega l’architetto Bilancia – di una riflessione inedita sul Barocco a Perugia e sulla necessità di meglio comprendere e diffondere anche questo particolarissimo valore, tra i motivi di richiamo più qualificati ed esaltanti della città.”

Restauro del patrimonio pittorico del Carlone

Tra l’altro, aggiunge Bilancia, è impellente anche completare il restauro del patrimonio pittorico del Carlone e di assicurare alle due chiese la visibilità e la frequentazione più ampia.

Al pomeriggio (l’appuntamento é fissato alle 17) parteciperà anche il complesso musicale Umbria Ensemble e saranno presenti le Medaglie, opera di Francesco Quintaliani e le ormai tradizionali cialde di Sant’Ercolano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*