Giulia Blasi in piazza Birago a Perugia per parlare del “dovere sociale” della bellezza

Giovedì 10 febbraio, alle 18.30, secondo appuntamento con la rassegna dedicata a linguaggio inclusivo, sessismo, relazioni tossiche e violenza di genere

Giulia Blasi in piazza Birago per parlare del dovere sociale della bellezza

Giulia Blasi in piazza Birago a Perugia per parlare del “dovere sociale” della bellezza

Doppio appuntamento questa settimana da POPUP • libri / spunti / spuntini a Perugia. Giovedì 10 febbraio, alle 18.30, lo spazio culturale e sociale in via Birago ospiterà Giulia Blasi, scrittrice, giornalista, attivista e formatrice specializzata in temi relativi alla condizione femminile e al femminismo.


Fonte: Mg2 Comunicazione


Blasi presenterà il suo ultimo libro, Brutta. Storia di un corpo come tanti (Rizzoli), nell’ambito della rassegna Le parole sono importanti, promossa dall’associazione MenteGlocale in collaborazione con l’associazione Beyond what they sell. Dopo l’inaugurazione del 22 gennaio scorso con Vera Gheno, l’iniziativa dedicata a linguaggio inclusivo, sessismo, relazioni tossiche e violenza di genere proseguirà così con un incontro dedicato al “corpo, e più nello specifico al dovere sociale della bellezza”, come spiega la stessa autrice. “Non importa come siamo fatte, non importa se siamo alte o basse, grasse o magre, belle o – appunto – brutte: il nostro corpo – sottolinea Blasi – viene prima di noi, viene usato per giudicarci. È moneta di scambio, è valore sociale, è l’unico capitale di cui disponiamo davvero. Anche quelle che investono sull’intelletto, sullo studio e sulla loro personalità sono costrette in qualche modo a posizionarsi sulla scala della bellezza, della ‘presentabilità’ sociale”.

Venerdì 11 febbraio POPUP ospiterà invece una tappa delle Giornate del Bartoccio 2022, con la presentazione, alle 17.30, del volume Bartoccio e bartocciate. Cronologia del Bartoccio 1521-2021 di Luigi M. Reale (Ali&no editrice). Del libro parleranno con l’autore il demoantropologo Giancarlo Baronti, Renzo Zuccherini, presidente della Società del Bartoccio, e Francesca Silvestri, direttrice editoriale della casa editrice Ali&no. E non mancheranno le sorprese (si parla di una possibile incursione del Bartoccio in persona, interpretato dall’attore Graziano Vinti). La pubblicazione segna un punto fermo nella ricerca che la Società del Bartoccio ha avviato, fin dal suo sorgere, sul personaggio e più in generale sulle tradizioni carnevalesche perugine. Il volume non si limita a registrare i documenti, i manoscritti, le pubblicazioni e le testimonianze fin qui note, ma scava ancora nella nostra storia letteraria e riporta alla luce nuova documentazione, tra cui un manoscritto seicentesco di bartocciate: si tratta di otto sonetti del perugino Marco Pennini, “dimorante a Roma”, in cui l’autore si scontra duramente con un “Bartoccio cervellata” (la cervellata era un tipo particolare di salsiccia).

Gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento posti. Green pass rinforzato e mascherina Ffp2 obbligatori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*