FAI, censimento “I luoghi del cuore”, X edizione

Fai, censimento "I luoghi del cuore", X edizione. In Umbria sarà finanziato il Bacino del Rio Grande, Amelia (TR)

FAI, censimento “I luoghi del cuore”, X edizione

La 10ª edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, lanciata a maggio dello scorso anno ancora nel pieno della pandemia, ha raggiunto il miglior risultato di sempre con 2.353.932 voti raccolti, confermando più che mai il valore sociale di questa iniziativa che dà voce ai cittadini, che con amore e impegno si sono mobilitati per dare un futuro attraverso il loro voto a luoghi riconosciuti di valore per territori e comunità.


Fonte Ufficio Stampa
FAI


Ora per 20 di questi luoghi, in 13 regioni, sta per essere scritta una nuova pagina di storia grazie ai progetti di restauro e valorizzazione che sarà possibile realizzare con 370.000 euro messi a disposizione per il censimento 2020 da FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo.

In Umbria, il FAI sosterrà con un contributo di 19.000 euro un progetto di valorizzazione a favore del Bacino del Rio Grande ad Amelia (TR), al 29° posto della classifica nazionale del censimento 2020 con 9.486 voti. Incastonato tra i Monti Amerini e con essi Sito di Interesse Comunitario, il Rio Grande è un torrente tributario del Tevere che nei pressi del borgo di Amelia incontra due sbarramenti: una prima diga di monte, detta la Para, che ha generato il Lago Vecchio, e una seconda di valle, detta dei Finestroni, dalla quale si getta nella valle sottostante. Le dighe sono di grande valore: una è probabilmente tra le poche sopravvissute di epoca romana, l’altra è di origine duecentesca ed è tra le più antiche dighe ad arco esistenti.

Bacino del Rio Grande, Amelia (TR) (29° classificato con 9.486 voti): grazie ai 19.000 euro resi disponibili verrà
attuata la valorizzazione di un percorso storico naturalistico lungo il Rio Grande, torrente tributario del Tevere incastonato
tra i Monti Amerini e con essi Sito di Interesse Comunitario, con posa di pannelli didattici e creazione di aree di sosta.
L’intervento si coniuga con il recupero e la valorizzazione di una rete di 100 km di sentieri nell’Amerino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*