Prof Unicam guida del Parco Sibillini, l’Umbria perde la guida del parco

 
Chiama o scrivi in redazione


Prof Unicam guida del Parco Sibillini, l'Umbria perde la guida del parco

Prof Unicam guida del Parco Sibillini, l’Umbria perde la guida del parco

Cronache Maceratesi

Prof Unicam alla guida del Parco Sibillini, il nuovo presidente è Andrea Spaterna

LA NOMINA attesa da tempo è stata discussa oggi in Commissione Ambiente della Camera, domani la votazione (un pro forma). L’onorevole Patrizia Terzoni (M5S), relatrice di maggioranza: «Persona esperta e preparata in campo naturalistico. Ora serve lavorare sulle norme». Il deputato Mario Morgoni (Pd): «Ha tutte le caratteristiche di competenza ed esperienza per poter svolgere al meglio un incarico delicato in un momento particolarmente difficile»

Andrea Spaterna

 

Un prof alla presidenza del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. E’ il veterinario e pro rettore dell’Università di Camerino Andrea Spaterna, 57 anni. La proposta è stata portata oggi nella commissione ambiente della Camera e domani avrà luogo la votazione dall’esito scontato. Soddisfazione dall’onorevole Patrizia Terzoni (M5s), relatrice di maggioranza:  «Tra molti curricula esaminati è emerso per prestigio e completezza quello del prof Spaterna, veterinario che da anni insegna come professore ordinario all’Università di Camerino. Sono quindi molto contenta di essere relatrice in commissione ambiente per l’esame della sua candidatura proposta dal Ministro dell’Ambiente Costa. Sul nome del prof Spaterna il Ministero ha ottenuto l’intesa con le regioni Umbria e Marche». Nel corso della sua audizione in commissione Spaterna ha sottolineato la necessità che il parco diventi fattore propulsivo per un nuovo sviluppo sostenibile del territorio colpito dagli eventi sismici.

Patrizia Terzoni, deputata del M5s

«I parchi nazionali – aggiunge la vicepresidente della Commissione ambiente –  sono tasselli fondamentali per la corretta gestione del territorio. L’Appennino ospita specie ed habitat di rilievo continentale, a volte unici al mondo. Questo patrimonio, assieme a quello costituito dai beni architettonici e culturali, deve essere conservato e presentato nel migliore dei modi ai visitatori, garantendo al contempo i servizi per i residenti. Le aree protette hanno sofferto nel recente passato per i tagli ai bilanci e per la disattenzione di buona parte del mondo politico. Ora il Ministro vuole rilanciare il settore con scelte oculate per gli incarichi di vertice e con finanziamenti mirati per permettere ai parchi di svolgere la loro funzione. Certo sarebbe necessario assicurare nell’immediato futuro anche l’integrazione tra le norme che regolano le aree protette e quelle sui siti Natura2000, perché le grandi strategie di conservazione dettate dalle direttive comunitarie “Habitat” e “Uccelli” e i relativi finanziamenti europei non possono viaggiare su binari quasi separati rispetto alla decisioni in campo prettamente nazionale».

Mario Morgoni, unico parlamentare maceratese del Pd

Fa parte della Commissione Ambiente anche il deputato maceratese del Pd Mario Morgoni che da mesi sottolinea l’urgenza della nomina.  Il mandato dell’ultimo presidente dell’ente si è concluso il 24 agosto 2018 e Morgoni e altri deputati dem hanno più volte sollecitato il ministero “nonostante l’ottimo lavoro fatto da Alessandro Gentilucci”, sindaco di Pieve Torina che in questo periodo ha svolto il ruolo di presidente pro tempore. «Il prof Spaterna – commenta Morgoni – ha tutte le caratteristiche di competenza ed esperienza per poter svolgere al meglio un incarico delicato in un momento particolarmente difficile per il territorio che ancora vive il dramma del terremoto. Nell’audizione odierna in Commissione ambiente alla Camera sono intervenuto sottolineando come il Parco dei Sibillini debba rappresentare un necessario punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile, unica strada per il rilancio di un territorio già compromesso da un lento declino. Così come è necessario avviare iniziative ed attività utili a garantire una piena riconciliazione tra le comunità locali e un Ente troppo spesso visto come ostacolo più tosto che come opportunità. Oltre a queste sollecitazioni rivolte al futuro presidente, ho avuto modo di sottolineare il positivo lavoro svolto del sindaco di Pieve Torina Alessandro Gentilucci che ha guidato il parco in quest’ultimo anno meritando la sincera nostra gratitudine per l’impegno e la qualità dei risultati raggiunti».

(m. z.)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*