Vaiolo, Oms, vaccino non basta, ovvio! Serve sesso responsabile 

Il messaggio ai gruppi più a rischio contagio, 'limitare contatti e partner'

Vaiolo scimmie, le regioni più colpite, Lombardia, Lazio, Emilia Romagna e Veneto e prima tranche vaccini va a loro

Vaiolo, Oms, vaccino non basta, ovvio! Serve sesso responsabile

“I vaccini da soli non metteranno fine all’epidemia di vaiolo delle scimmie”, ma oltre alla prevenzione farmacologica sono fondamentali anche i comportamenti. E’ un invito al sesso responsabile quello indirizzato da Hans Kluge, direttore regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità per l’Europa, ai gruppi di popolazione più a rischio di infezione da Monkeypox virus, che in questo momento restano i maschi che fanno sesso con maschi (Msm).

“Mentre riconosciamo le incertezze sull’andamento che avrà l’epidemia in corso – evidenzia il direttore – dobbiamo rispondere” al diffondersi dei contagi basandoci sull'”epidemiologia che abbiamo di fronte” e dunque “concentrandoci sulla modalità di trasmissione dominante” ad oggi, ossia “il contatto pelle a pelle durante i rapporti sessuali“, e “sui gruppi a più alto rischio di infezione. La responsabilità di fermare questa epidemia è necessariamente una responsabilità congiunta – ammonisce Kluge – condivisa tra le istituzioni e le autorità sanitarie, i governi, le comunità colpite e i singoli individui”.

Più casi tra gli omosessuali In Africa in passato le persone sono state infettate da morsi di roditori o piccoli animali e di solito la malattia non si diffonde facilmente tra le persone. Gli inquirenti in Europa, tuttavia, riferiscono che la maggior parte dei casi riguarda uomini gay o bisessuali e le autorità stanno esaminando la possibilità che alcuni contagi siano avvenuti attraverso uno stretto contatto durante il sesso. Il vaiolo delle scimmie proviene dalla stessa famiglia di virus del vaiolo. La maggior parte delle persone guarisce dal vaiolo delle scimmie in poche settimane, ma secondo l’Organizzazione mondiale della sanità la malattia è fatale per un massimo di 1 persona su 10.Sole24Salute

Per questo alle categorie “attualmente a più a rischio, Msm e soprattutto quelli con più partner sessuali”, la raccomandazione è di ricordare come sta circolando il vaiolo delle scimmie e quali sono gli strumenti per proteggersi. “Considera di limitare i tuoi partner sessuali e le interazioni in questo momento.

Può essere un messaggio difficile – ammette il numero uno dell’Oms Europa – ma praticare la cautela può salvaguardare te e la tua comunità”. Infatti, “sebbene la vaccinazione” anti-Monkeypox “possa essere disponibile per alcune persone con rischi di esposizione più elevati, non è una ‘bacchetta magica’ e ti chiediamo comunque di adottare misure per ridurre il rischio” di infezione. E “se hai o pensi di avere il vaiolo delle scimmie, sei contagioso, quindi fai tutto il possibile per prevenire la diffusione della malattia: isolati se puoi, non fare sesso mentre ti stai riprendendo e non partecipare a feste o grandi raduni in cui si verificheranno contatti ravvicinati”.

(Opa/Adnkronos Salute)

1 Commento

  1. Provo conati di vomito di fronte alle continue idiozie partorite da queste criminali strutture sovranazionali. Ma prima o poi giustizia ci sarà, hai voglia se ci sarà.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*