Jp Industries prorogata cassa integrazione per altri due anni

Il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd) esprime soddisfazione per la notizia

Jp Industries prorogata cassa integrazione per altri due anni
Jp Industries

Il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd) esprime soddisfazione per la notizia della proroga di due anni della cassa integrazione per i lavoratori Jp Industries, avvenuta questa mattina al ministero del Lavoro. Per Smacchi, però, “ora è importante che questi tempi supplementari siano utili e propedeutici ad un effettivo rilancio dell’azienda”. (Acs) Perugia, 23 novembre 2015 – “Accolgo con soddisfazione la notizia della proroga di due anni della cassa integrazione per i lavoratori Jp Industries, avvenuta questa mattina al ministero del Lavoro. L’importante ora è che questi tempi supplementari siano utili e propedeutici ad un effettivo rilancio dell’azienda”. Così il consigliere regionale Andrea Smacchi (Partito democratico) commenta la firma della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori Jp Industries.

“I 700 lavoratori di Umbria e Marche – spiega Smacchi – potranno usufruire di altri due anni di cassa integrazione. Un risultato importante, che evita un salto nel buio a centinaia di famiglie che rischiavano di rimanere senza sostegni. Ora gli obiettivi sulla strada della Jp Industries restano due: il superamento del contenzioso giudiziario con le banche creditrici e l’effettiva ripresa della produzione nei siti di Umbria e Marche”.

“Il lavoro su entrambi i fronti – continua Smacchi – continua incessantemente. Se da un lato si sta cercando di superare la problematica giudiziaria con un accordo tra le parti, che si auspica arrivi il prima possibile, dall’altro serve un concreto ed effettivo piano industriale per il futuro dell’azienda, che traguardi una tempistica medio lunga. Solo quando tutte queste tessere andranno al loro posto nel puzzle della intricata vicenda Merloni-Jp Industries, potremo parlare di soluzione. Nel frattempo si continua a lavorare e la prosecuzione della cassa integrazione ci concede il tempo utile per arrivare a risultati concreti. L’impegno della Regione – conclude – continua anche sul fronte della reindustrializzazione dell’area ex Merloni, con l’avviso pubblico per la raccolta e l’acquisizione dei progetti di sviluppo industriale ed occupazionale a valere sulle risorse legate alla legge 181″.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*