Unioncamere Umbria: la cessione di un ramo d’azienda al Consorzio Intercam

 
Chiama o scrivi in redazione


Unioncamere Umbria: la cessione di un ramo d’azienda al Consorzio Intercam

Unioncamere Umbria: la cessione di un ramo d’azienda al Consorzio Intercam

In attesa della pronuncia della Corte Costituzionale sul ricorso presentato dalla Camera di Commercio di Terni e, degli sviluppi del processo di razionalizzazione e riorganizzazione del sistema camerale regionale, si chiude la vicenda di Unioncamere Umbria con la cessione di un ramo d’azienda ad Intercam, società consortile delle Camere di commercio.

L’USB si è battuta in questo ultimo anno per tutelare il diritti dei dipendenti di Unioncamere Umbria, scongiurando il licenziamento e ottenendo l’applicazione dell’articolo 2112 sul mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d’azienda; seppur la strada da noi indicata doveva essere quella di un congelamento della procedura, dovendo appunto attendere la pronuncia della Corte Costituzionale.

Non è stato possibile avviare una trattativa sindacale o un tavolo di contrattazione più volte richiesto; nemmeno il tavolo di crisi richiesto alla Prefettura di Perugia, massima autorità e garante dei diritti dei lavoratori, riconosciuto ma annullato all’ultimo momento.

Le Camere di Commercio, con i presidenti in prima linea, hanno mantenuto l’impegno a garantire la salvaguardia del posto di lavoro del personale, ma allo stesso tempo hanno negato il confronto utile anche ad un futuro percorso riorganizzativo del sistema camerale umbro.

USB continuerà a vigilare sulla completa e corretta applicazione dell’art. 2112 cc per assicurare che concretamente si mantengano le stesse condizioni di lavoro, come anche espressamente richiesto dalla Legge Madia, e per evitare una situazione di precarietà permanente passando da un’amministrazione pubblica ad una società partecipata.

Così come continuerà a rivendicare legittimità e dignità di ogni lavoratore, pubblico o privato, nell’intero sistema del mondo camerale composto, ad oggi, da tante, troppe, realtà contrattuali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*