Liberamente Donna, un altro tassello che amplia la rete di supporto

 Liberamente Donna, un altro tassello che amplia la rete di supporto

 Liberamente Donna, un altro tassello che amplia la rete di supporto

Sottoscritto questa mattina il Protocollo di intesa fra il comune di Terni, l’associazione Liberamente Donna e l’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Terni, per l’attuazione di iniziative a supporto delle donne vittime di violenza. L’ordine dei dottori commercialisti metterà a disposizione esperti per fornire alle donne vittime di violenza e maltrattamenti consulenze gratuite di carattere economico-fiscale, mentre la Direzione welfare del comune di Terni e i centri antiviolenza del sistema regionale, gestiti da Liberamente Donna, segnaleranno all’Ordine le eventuali necessità emerse e/o dichiarate dalle donne.

Il Comune di Terni, in particolare l’assessorato alle politiche sociali e alla partecipazione, dando seguito a quanto già avviato in favore di azioni per il contrasto della violenza di genere, ha dimostrato interesse ed entusiasmo per l’iniziativa della quale potrà beneficiare l’intero sistema integrato di gestione dei servizi attivi nel nostro territorio.

 “Un altro tassello importante ed un’azione concreta – afferma l’assessore alle politiche sociali del comune di Terni Marco Celestino Cecconi – a favore delle donne che vivono questo grave disagio. Ancora una volta, l’amministrazione comunale si dimostra sensibile a questo tema attraverso la  sottoscrizione di tale Protocollo che segue la stipula del Protocollo d’Intesa interistituzionale territoriale antiviolenza afferente la Zona sociale n. 10, da poco costituito, con la Questura, la Prefettura, il Comando provinciale dei carabinieri, l’azienda ospedaliera, l’azienda sanitaria Usl Umbria 2, l’associazione Liberamente Donna, il Centro pari opportunità e che ha avuto l’obiettivo di attivare azioni ed interventi per il contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne. Terni è già una delle città con centri di residenzialità gestiti dall’associazione Liberamente Donna ed ora si implementano le azioni concrete di supporto”.

Alla conferenza stampa è intervenuta anche Elena Bistocchi, presidentessa dell’associazione Liberamente Donna che ha evidenziato l’importanza del Protocollo per le donne che affrontano un percorso di uscita dalla violenza e come esso sia uno strumento importante per dare loro maggiore autonomia. Anche il presidente dell’ordine dei commercialisti della Provincia di Terni Carmelo Campagna, ha sottolineato come “l’Ordine stesso abbia garantito la disponibilità a collaborare per agevolare le problematiche finanziarie delle donne con questo disagio mettendo a disposizione competenze, professionalità e anche la una sede”.

Alla conferenza erano presenti anche i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri e della Questura che hanno concordato con gli altri nel dire quanto questa azione sia importante per la costituzione di una rete che favorisca un percorso di allontanamento da situazioni di violenza familiare e domestica e quanto, in particolare, lo sia per le vittime di violenza economica ringraziando il Comune per essersi fatto promotore di questo accordo.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
23 + 12 =